Ultima serata con il pianista Leotta e le “Sonate” di Schubert al Sociale

Christian Leotta al Sociale

Reduce dall’applauditissimo concerto dello scorso 13 gennaio, Christian Leotta sarà di ritorno al Teatro Sociale di Como domenica 9 febbraio, alle ore 18 (ingresso 20 euro), per portare a compimento il ciclo dell’integrale delle Sonate per pianoforte di Franz Schubert. Si tratta del quarto e ultimo appuntamento di un’impresa musicale che è stata anche una sfida: quella di eseguire integralmente le 11 Sonate per pianoforte “compiute” di Franz Schubert, monumentale corpus che solo pochi pianisti nella storia hanno presentato in pubblico. Christian Leotta è infatti il primo e unico pianista italiano ad avere in repertorio e ad eseguire in concerto sia il ciclo delle Sonate per pianoforte di Beethoven, sia quello delle Sonate per pianoforte di Schubert. In programma la celebre Sonata in La minore D 845 (Op. 42), composta nel 1825 e che è stata la prima delle Sonate di Schubert ad essere pubblicata, appartenendo al periodo della piena maturità del compositore; la seconda parte del recital è dedicata alla sconvolgente Sonata in Si bemolle maggiore D 960, ultimo capolavoro per pianoforte di Franz Schubert, composta meno di due mesi prima della sua morte e per questo considerata a pieno titolo come un sublime testamento spirituale di Schubert: la sua purezza lirica fa pensare ad un rassegnato distacco dal mondo, portando l’animo dell’ascoltatore verso l’infinito mondo musicale del genio viennese fin dalle prime battute. Leotta ha eseguito questa serie di opere schubertiane per la prima volta lo scorso anno in Giappone, presso la notissima Alti Hall di Kyoto, riscuotendo uno straordinario successo di pubblico e di critica in tutto il Paese: in quell’occasione ha inoltre interpretato la quasi totalità dell’opera per pianoforte di Franz Schubert, presentandola in un ciclo di sette recital che rappresenta tutt’oggi la più ampia serie di concerti schubertiani mai eseguiti da un solo pianista.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.