Ultimatum del vicesindaco ai senzatetto: «Via da San Francesco entro fine mese»

Ex chiesa di San Francesco

Ultimatum del vicesindaco e parlamentare leghista, Alessandra Locatelli, ai senzatetto che dormono da mesi sotto i portici della ex chiesa di San Francesco. Entro la fine del mese il Comune di Como intende trovare una soluzione definitiva per ridare decoro alla zona a ridosso delle mura, ai residenti, agli esercizi commerciali e anche agli stessi senzatetto. Sotto i portici infatti non vi sono servizi igienici e neppure una fontanella.
«Non interverremo con atti di forza – ha precisato il vicesindaco della Lega in un’intervista a Espansione Tv – ma con un lavoro istituzionale, di collaborazione con le associazioni».
Ad oggi sono una ventina i senzatetto che dormono e stazionano sotto i portici. Si tratta di una situazione controllata ogni sera dai volontari di Como Accoglie e altri enti caritatevoli che forniscono coperte e materassini. Ora il clima rigido è però alle porte.
«È una situazione che va risolta – ha detto Alessandra Locatelli – perché negli ultimi mesi è stata causa di diverse problematiche, non solo igienico-sanitarie, ma anche relative alla sicurezza. Ad ogni modo, un eventuale sgombero forzato, che spero proprio si possa evitare, non sarebbe un’azione in carico al Comune, ma sarebbe la Prefettura a intervenire. Mi auguro di riuscire a risolvere la situazione entro il mese, ma lavorando con le associazioni che si occupano della marginalità».
La parlamentare leghista interviene anche sul progetto e sull’appello di Como Accoglie per trovare appartamenti da destinare ai senzatetto.
«Benissimo – replica Locatelli – l’amministrazione da sola non può farcela e non può mettere a disposizione altre risorse, quindi ben vengano questi progetti. Se le associazioni, in forma privata, decidono di intraprendere questa iniziativa, non sarò io a oppormi».
I rapporti tra Palazzo Cernezzi e Como Accoglie non sono in realtà sempre così distesi, in particolare da quando è stata annunciata la volontà di chiudere il centro di via Regina, che secondo molti sarebbe potuto servire per l’emergenza dei senzatetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.