Sport

Un 2018 indimenticabile per i ciclisti lariani. Trionfi internazionali celebrati al “Giro d’onore”

Il Giro d’Italia che il prossimo 26 maggio farà tappa a Como; il “Lombardia” che negli ultimi due anni ha vissuto il suo epilogo in piazza Cavour con pagine entrate nella storia del pedale; il Museo del Ghisallo che si è consolidato come riferimento non solo italiano, ma anche a livello mondiale.
Eccellenze del ciclismo comasco, a cui vanno aggiunti gli atleti. Dopo qualche stagione di anonimato e di vicende altalenanti dei suoi personaggi di punta, il 2018 è stato infatti un anno che ha regalato molte soddisfazioni, al punto che ben sei atleti di casa nostra sono stati ospiti al recente “Giro d’onore” a Milano, la premiazione della Federazione Ciclistica.
Tra i Professionisti nelle gare su strada è stato un ottimo 2018 per il canturino Davide Ballerini, che ha corso con la squadra Androni-Sidermec di Gianni Savio e che nel 2019 passerà al Team Astana. Il canturino quest’anno ha vinto nel Memorial Marco Pantani, nel Trofeo Matteotti e una frazione in una corsa a tappe in Romania. Ballerini a Milano ha ritirato il Trofeo della Ciclismo Cup per il primo classificato tra gli Under 25.
A livello giovanile rimane indimenticabile l’exploit di Alessandro Fancellu, portacolori del Club Canturino, che nel 2019 gareggerà per la formazione dell’ex “Pro” Alberto Contador. Ai Mondiali di Innsbruck, Fancellu ha fatto suo il bronzo nella corsa in linea degli Juniores.
Medaglia internazionale, nella mountain bike per Samuele Porro, 20 anni di Cadorago. Il lariano alla rassegna continentale di Spilimbergo ha fatto suo l’argento; podio azzurro suggellato dal bronzo di Fabian Rabensteiner.
Sempre nella Mtb, un altra medaglia europea, ancora ad appannaggio di un corridore di Cadorago. Il merito va a Stefano Introzzi, classe 2000, terzo nella sua prova, disputata in Portogallo.
Un 2018 da incorniciare pure nel settore paralimpico. Il comasco Paolo Cecchetto ai Mondiali su strada di Maniago, in Friuli, ha portato a casa l’argento nella cronometro H3 in linea. Secondo posto anche nella prova di staffetta assieme a Luca Mazzone ed Alex Zanardi.
Di nuovo tra i paralimpici è giunto il bronzo iridato nella cronometro H5 di Pierpaolo Addesi, corridore che da anni risiede in Abruzzo, ma che è nato nel 1976 a Mariano Comense.
Per questi sei nomi c’è stato il “Giro d’onore”, ma tra i lariani che meritano una citazione vi sono Andrea Fendoni e Alice Gasparini. Il primo, portacolori di Olgiate, ha conquistato il Tricolore Esordienti nella Bmx; la seconda, 20 anni, è l’unica ciclista professionista comasca e vanta nel suo palmares la partecipazione a due Giri d’Italia donne.

Memorial Marco Pantani 2018 - Castrocaro e Terra del Sole - Cesenatico 199,8 km - 22/09/2018 - Davide Ballerini (ITA - Androni - Sidermec - Bottecchia) - photo Roberto Bettini/BettiniPhoto©2018
Memorial Marco Pantani 2018 – Castrocaro e Terra del Sole – Cesenatico 199,8 km – 22/09/2018 – Davide Ballerini (ITA – Androni – Sidermec – Bottecchia) – photo Roberto Bettini/BettiniPhoto©2018

 

6 Dicembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto