Un anno sui banchi dopo il diploma per imparare a lavorare nelle aziende. Sette giovani su dieci trovano un posto

alt(a.cam.) Disegno e progettazione industriale, domotica, internazionalizzazione e comunicazione delle imprese, Cad-cam (progettazione e produzione assistita dal computer), stampa tessile digitale, valorizzazione del territorio. Se la scuola non basta a trovare un impiego, Enfapi e Enaip, in collaborazione con Unindustria Como, promuovono corsi post-diploma della durata di un anno, suddivisi tra lezioni sui banchi e attività nelle aziende.
«Abbiamo da tempo un rapporto sempre più stretto con

il mondo della scuola – dice Antonello Regazzoni, direttore generale di Unindustria Como – Ora, la collaborazione con Enaip ed Enfapi ci permette di fare un passo ulteriore. Contro il problema della disoccupazione giovanile, lavoriamo per formare i ragazzi in modo che siano pronti a entrare in azienda».
I nuovi corsi a pagamento (il costo oscilla tra i 2.200 e i 2.400 euro), ciascuno con una ventina di posti a disposizione, inizieranno entro fine novembre.
«Oggi dalle scuole escono figure più preparate a livello generale ma meno sul piano tecnico – afferma Graziano Brenna, vicepresidente Unindustria Como – I corsi post-diploma vanno a colmare questa lacuna e a incidere sulle competenze tecniche, completando di fatto la formazione, ad esempio sulle nuove tecnologie».
I corsi organizzati da Enfapi e Enaip tengono conto delle specificità del territorio. Ad esempio, a Erba sono più incentrate sul settore meccanico, a Lenno sul turismo, a Lurate Caccivio sul tessile e a Cantù sul legno. «Sei mesi dopo la fine dei corsi e del superamento dell’esame finale – sottolinea Graziano Pagani, direttore Enfapi Como – il tasso di occupazione è del 70% circa tra i giovani che frequentano i nostri corsi».
«A Cantù, oltre ai corsi post-diploma abbiamo pensato anche a due percorsi post-laurea – aggiunge Ilenia Brenna, direttrice della sede brianzola dell’Enaip – Anche in questo caso si tratta di acquisire competenze particolari a fronte di un percorso universitario più “debole” su alcuni fronti».
Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare i siti www.enaiplombardia.it o www.enfapicomo.com o telefonare ai numeri 031.71.61.28 (Enaip) o 031.49.15.41 (Enfapi).

Nella foto:
Un momento della conferenza stampa di ieri. Da sinistra: Antonello Regazzoni (Unindustria), Graziano Brenna (Unindustria), Graziano Pagani (Enfapi) e Ilenia Brenna, dell’Enaip (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.