Un boato sveglia Lora, ma l’assalto al Postamat fallisce

Colpo andato a vuoto – I malviventi sono entrati in azione nella notte tra lunedì e martedì. L’esplosione è stata udita in tutto il quartiere. Ieri l’ufficio postale è rimasto chiuso
Banda di ladri tenta di far esplodere il distributore di contanti con l’acetilene. Ma provoca solo danni
Un’esplosione decisamente più violenta di quanto avessero pianificato. Un boato che ha devastato l’ufficio postale e mandato in fumo anche il piano di una banda di ladri che sperava di fare il “colpaccio” svuotando la cassa continua delle poste di Lora. Dopo aver svegliato l’intero quartiere, i malviventi sono stati invece costretti a fuggire a mani vuote. La banda è entrata in azione nella notte tra lunedì e martedì sulla strada provinciale per Lecco. Approfittando del buio e delle
strade praticamente deserte attorno all’ufficio postale di Lora, i ladri hanno riempito di acetilene – un gas combustibile altamente infiammabile – la cassaforte del Postamat. L’obiettivo era far esplodere il forziere per impossessarsi dei contanti contenuti, una somma non quantificata ma certamente ingente.
Con ogni probabilità, però, i ladri non conoscevano abbastanza il materiale che stavano maneggiando. Una volta innescata, la “bomba” ha provocato un’esplosione devastante, sicuramente superiore alle attese. Il boato è stato tremendo e ha svegliato tutta Lora.
Ingenti i danni all’ufficio postale. Lo scoppio ha distrutto i locali. I vetri sono andati in frantumi e gli arredi del locale sono stati quasi completamente rovinati. I residenti della zona sono stati svegliati di colpo dal rumore e hanno dato l’allarme. Qualcuno ha dichiarato di aver pensato a un terremoto. E nel quartiere si sono vissuti momenti di panico.
L’immediata mobilitazione ha costretto i malviventi a rinunciare al loro obiettivo per fuggire rapidamente, prima di essere colti sul fatto. Colpo fallito dunque e ladri costretti ad allontanarsi a mani vuote.
In pochi minuti, a Lora sono intervenuti gli agenti della Questura di Como. I poliziotti si sono trovati davanti uno scenario apocalittico e si sono subito resi conto di cosa fosse accaduto. Gli accertamenti hanno confermato l’esplosione provocata utilizzando l’acetilene. Già avviate le indagini per risalire ai responsabili del maldestro e devastante tentativo di furto. Ieri, l’ufficio postale è rimasto chiuso e sono stati subito avviati i lavori per ripristinare il locale, che dovrebbe riaprire già in queste ore.

Anna Campaniello

Nella foto:
La vetrata dell’ufficio postale di Lora completamente sventrata dall’esplosione dell’altra notte. I ladri però sono fuggiti senza bottino (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.