E’ un comasco il campione del mondo di tiramisù

Fabio Peyla durante la premiazione della “Tiramisù World Cup”

«Primo ingrediente la passione, poi ci sono voluti anni e anni di ricerca e anche tanti errori per arrivare al tiramisù perfetto»: così il comasco Fabio Peyla (nella foto) commenta la sua vittoria al “Tiramisù World Cup”, competizione mondiale tra pasticceri non professionisti che si è svolta a Treviso.
I partecipanti, selezionati tra migliaia in tutta Italia, hanno gareggiato in due categorie, “originale” e “creativa”, nella competizione conclusiva che ha decretato il tiramisù più buono del mondo.
Fabio Peyla, 40 anni, di Uggiate Trevano, di professione addetto al marketing, si è aggiudicato la finale italiana per la categoria del miglior tiramisù originale. Insieme alla bergamasca Sara Arrigoni, premiata per il miglior tiramisù creativo, Fabio Peyla sarà ospite della “Settimana della Cucina Italiana nel Mondo in Brasile”, evento promosso dal Ministero degli Esteri in tutte le ambasciate del mondo. Fabio Peyla e Sara Arrigoni voleranno in Brasile dove saranno i porta-bandiera italiani per il dolce al cucchiaio del Belpaese più popolare e più conosciuto nel mondo.
Fabio Peyla aveva prenotato per restare una sola notte a Treviso, ma alla fine è dovuto rimanere per le semifinali e anche per la finalissima: «Ho avuto il supporto e il calore della mia famiglia che mi ha sostenuto, a partire da mia figlia che era seduta in prima fila e che ringrazio immensamente. Sono riuscito a vincere, dopo tanti, tantissimi tiramisù preparati in tutte le ultime settimane per migliorare sempre più».
I partecipanti, selezionati tra oltre 5mila candidature, avevano a disposizione un “kit del concorrente” contenente gli ingredienti base del tiramisù originale: un pacco di savoiardi, una confezione di mascarpone, uova (pastorizzate), un pacco di zucchero, una confezione di cacao e infine caffè preparato al momento con la moka.
La giuria della finale che ha premiato il comasco Peyla era composta da professionisti del settore (chef, pasticceri, esperti culinari) e dai campioni delle precedenti edizioni della “Tiramisù World Cup” ; al vertice della giuria del “Grand Final”, Roberto Lestani, presidente della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.