Un difensore-centravanti. Idea di Mourinho e Spalletti? Ci aveva già pensato Mondonico al Como nel 1987

Emiliano Mondonico

Corsi e ricorsi storici. In un momento di disperazione (sportiva), domenica mister Luciano Spalletti nella gara persa dalla sua Inter contro il Bologna, ha mandato in campo il difensore Andrea Ranocchia a fare l’attaccante, per cercare di sfruttare la sua altezza su eventuali cross. E in molti hanno ricordato che, sempre all’Inter, la stessa cosa era stata fatta da Josè Mourinho con Walter Samuel.
Come spesso capita nel calcio, ormai è difficile inventare per davvero qualcosa di nuovo. Andrea Ranocchia e Walter Samuel hanno un predecessore targato Como. Era la stagione 1986-1987, con l’indimenticato Emiliano Mondonico quale allenatore. Un campionato caratterizzato da una serie di buoni risultati iniziali, poi vanificati da una serie di problemi legati agli infortuni dei due attaccanti titolari, Stefano Borgonovo e Dan Corneliusson. E così, quando serviva un ariete d’attacco, Mondonico mandava là davanti a fare a sportellate e provare a colpire di testa il roccioso difensore centrale Giovanni Guerrini, classe 1960, altezza 189 centimetri, giunto sul Lario con trascorsi in Fiorentina e Sampdoria. Nei filmati di youtube, ad esempio, si trova un suo bel colpo di testa, da centravanti puro, in un Torino-Como, terminata 1-0 per i granata (era il 1° febbraio del 1987). In campo, per cercare il pari, anche un 18enne Marco Simone.
Una curiosità che rivela per l’ennesima volta quanto il Como di quei tempi fosse un incubatore di idee, grandi e piccole, poi riprese anche da grandi club e da importanti allenatori in tempi più recenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.