Cultura e spettacoli

Un erbese in Abissinia

alt

Esposizioni – La libreria “Colombre” ospiterà una rassegna fotografica dedicata agli scatti del medico Vittorio Tagliabue durante la guerra d’Etiopia

È in arrivo una rassegna fotografica per ricordare un grande personaggio erbese ancora presente nella memoria di molti.
“Omaggio a Vittorio Tagliabue medico, erbese benemerito e fotografo” è il titolo della rassegna che sarà inaugurata sabato 9 novembre, alle 17.30, alla Libreria Colombre, in via Plinio a Erba, che resterà aperta fino al 23 novembre. Nella grande sala adiacente la libreria saranno esposte al pubblico una cinquantina di fotografie in grande formato scattate nel 1936 dal

tenente medico Vittorio Tagliabue, durante la campagna di Abissinia del regio esercito. «Un popolo intero di 44 milioni di anime, contro il quale si tenta di consumare la più nera delle ingiustizie: quella di toglierci un po’ di posto al sole». Così Benito Mussolini commentò, il 2 ottobre 1935, l’annuncio che l’Italia era in guerra con l’Etiopia, con la volontà di riscattare la disfatta di Adua del 1896 in cui il regio esercito dovette soccombere di fronte al negus Menelìk e con il desiderio di partecipare alla grande spartizione colonialista del Continente Nero.
Tagliabue, erbese autentico, personaggio assai noto e non ancora dimenticato, fu tra le migliaia di militari italiani impegnati in quell’impresa destinata al fallimento. È stato primario di chirurgia del Fatebenefratelli di Erba e poi fondatore dell’Avis locale. Alla sua morte lasciò al Comune la villa di via Diaz diventata scuola materna statale “Vittorio Tagliabue”.
L’omaggio fotografico è stato voluto in particolare dal giornalista Emilio Magni (che parteciperà all’inaugurazione di sabato prossimo) al quale si è rivolta un’altra erbese, la signora Vittoria Tavecchio, a cui Vittorio ha lasciato tutte le sue foto scattate durante la guerra in Abissinia, Grecia e Albania, oltre a molti documenti di rilevanza storica. Di questo materiale importante sono state scelte immagini significative riguardanti le etnie dell’Africa Orientale, gli usi, i costumi, le cerimonie religiose, la vita comune, tutte documentate con scatti rigorosi che oggi hanno il valore della testimonianza etnografica.
In esposizione sono anche i documenti che riguardano gli encomi ricevuti da Tagliabue per avere, come medico, salvato tante vite.
Ingresso libero.

Nella foto:
Alcune delle fotografie in grande formato scattate nel 1936 dall’erbese Vittorio Tagliabue
7 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto