Un esempio per salvare le aree verdi

L’eredità
Un successo che impegna il territorio in modo evidente. La vera sfida non è dirsene consapevoli, ma esserne davvero all’altezza. Se il Lario ha una speranza di uscire dalla crisi di questi anni, cambiando decisamente marcia, è la capacità di dotarsi di strumenti operativi concreti e originali. Valorizzare in un unico mix bellezza ed eleganza, come ha saputo fare la “tre giorni” verde di Villa Erba, è un esempio virtuoso. Che può, tra l’altro, generare un forte indotto. Anche in termini di cultura e di costume. Solo così potremo far fiorire il territorio come una pianta perenne. Non è utopia sperare che l’amore per la natura duri 12 mesi e possa ispirare – esempio fra i molti – giardini pubblici ben curati e protetti, difesi dall’incuria e anzi valorizzati come polmoni in cui potersi rigenerare e rilassare. L’Expo è un treno che passa una volta sola, le aree verdi sono sottocasa tutto l’anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.