«Un mio amico è riuscito a salvarsi»

Andrea Guggiari
«Quella mattina ero in ufficio e nessuno di noi, inizialmente, aveva capito la portata dell’evento. Al secondo aereo, però, si è scatenato il panico e tutti hanno iniziato a telefonare ad amici e parenti. Un mio amico lavorava nelle Torri Gemelle, ma fortunatamente è riuscito a salvarsi scendendo di corsa le scale – racconta il lariano Andrea Guggiari, che all’epoca lavorava nella Grande Mela – Per un mese abbiamo convissuto con le polveri, ma la paura è durata ancora più a lungo, bastava sentire un botto in lontananza per far cadere le persone nel terrore. Sono stati momenti duri, che non dimenticherò mai, così come la vista delle Twin Towers all’alba. La sera prima del disastro ero andato a un concerto insieme con mia moglie ed essendo finito tardi ci siamo ritrovati a passare davanti alle due Torri alle 5 del mattino: è stata l’ultima volta che le ho viste».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.