“Un mondo sospeso”, nasce sul Lario il film collettivo sui giorni dell’emergenza

Film cinema

Il mondo del cinema (sale, spettatori, artisti, critici) a Como vive una sospensione quasi irreale in questi giorni di emergenza, che sembra avere proiettato tutti in un film apocalittico. Ma è la realtà, che dobbiamo vivere con lucidità e speranza in un futuro migliore. Con questi presupposti parte una nuova iniziativa della manifestazione culturale dedicata alla settima arte Lake Como Film Festival. Con lo slogan su Instagram #realwindows si vogliono raccogliere vedute paesaggistiche dalle finestre del mondo. “In questo momento nel quale tutte le attività, a partire da quelle culturali, sono sospese, sentiamo il bisogno di coinvolgere il pubblico nel progetto di film collettivo Un mondo sospeso  – dicono gli organizzatori del festival – per documentare quello che appare dalle finestre delle nostre case l’unico paesaggio oggi disponibile per ognuno di noi. Raccoglieremo i video in un film costruito con tutte le nostre singole tessere per raccontare e ricordare un momento unico della nostra storia”. Per partecipare si può mandare un video (della durata massima di un minuto) del paesaggio dalla propria finestra di casa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.