«Un oro che dà la carica per le Olimpiadi». La gioia dei lariani sul podio in Polonia

Canottaggio-Rocek-Europei-2020

Sei medaglie di atleti comaschi ai Campionati europei di canottaggio a Poznan, in Polonia. Il remo lariano ancora una volta ha brillato in un appuntamento internazionale.
Spicca l’oro di Pietro Ruta (Fiamme Oro) e Stefano Oppo nel “Doppio pesi leggeri”, una specialità olimpica. «Un risultato che ci carica per il prossimo anno e per i Giochi di Tokio – ha detto Ruta – La preparazione è stata fondamentale: abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro».
Argento, sempre con un armo olimpico, il “Quattro senza Senior”, nella foto, con Aisha Rocek (Carabinieri-Canottieri Lario): «Non scorderò mai l’alchimia che si è creata con le compagne in gara – ha commentato – Questo secondo posto è una bella soddisfazione, uno splendido risultato, molto importante vista la stagione particolare che tutte abbiamo vissuto».
Le altre gioie comasche sono arrivate da barche che non sono destinate a prendere parte ai Giochi; ma rimane la gratificazione per chi è salito sul podio e ha dato il suo contributo alla causa della Nazionale. È il caso degli ori nel “Quattro di coppia pesi leggeri” maschile (con Patrick Rocek e Gabriel Soares) e femminile (con Arianna Noseda e Greta Martinelli).
«Sono molto contenta – ha affermato Arianna Noseda – è una vittoria che dedico allo staff, dal tecnico Stefano Fraquelli a tutti i suoi collaboratori che ci hanno seguite; un pensiero alle mie società, Fiamme Rosse e Lario, e alla Canottieri Pontedera, dove spesso mi alleno».
«Sono felice di essere arrivata qui, dopo la partecipazione all’Europeo Under 23; è un bel traguardo. Grazie alla mia famiglia – sono state le parole di Greta Martinelli – Sono grata alla Tremezzina e al mio allenatore Franco Checola per il loro sostegno».
Contento per il primo posto, anche il bellagino Gabriel Soares, tesserato per la Marina Militare: «È stato un anno molto più lungo del solito a causa del Covid – ha detto – Portare a casa una medaglia d’oro per l’Italia è ancora più speciale. Gareggiare così, senza spettatori, non è facile, ma meglio in queste condizioni piuttosto che rimanere fermi».
«È stato un anno faticoso – ha aggiunto Patrick Rocek (Canottieri Lario) – ma ascoltare l’inno sul podio ripaga sempre da ogni sforzo. È strano scendere in acqua così, senza pubblico, ma prendiamo ciò che possiamo: l’oro è un grande risultato per me».
Fuori dal podio, invece, l’ammiraglia maschile, con Matteo Della Valle, esponente della Canottieri Moltrasio: l’“Otto” azzurro si è piazzato in quarta posizione.
Europei in archivio, ma canottaggio che non si ferma e anzi, si prepara ad un nuovo appuntamento di rilievo. Da domani la Schiranna a Varese ospiterà i Campionati italiani di tutte le categorie. Iniziano Ragazzi, Under 23 ed Esordienti, in corsa per i primi titoli. Sabato e domenica i riflettori si sposteranno su Juniores, Pesi Leggeri, Seniores e Para Rowing.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.