Un pensionato comasco su dieci vive con meno di 500 euro al mese
Economia, Territorio

Un pensionato comasco su dieci vive con meno di 500 euro al mese

Un pensionato comasco su dieci deve arrivare a fine mese con meno di 500 euro. Un dato che non mancherà di accendere discussioni visto che il tema delle pensioni è stato tra quelli che hanno dominato lo scontro politico alle elezioni del 4 marzo scorso.
La campagna elettorale si è infatti giocata anche sulle promesse di revisione o azzeramento del sistema previdenziale, rivoluzionato a fine 2011 dall’allora ministro Elsa Fornero, che ha accelerato l’introduzione del sistema contributivo (basato sui versamenti effettuati durante la vita lavorativa) al posto di quello retributivo (calcolato sulla base degli ultimi stipendi percepiti), innalzando anche l’età pensionistica di uomini e donne.
In attesa di capire come il prossimo governo – e le forze politiche che lo sosterranno – deciderà di intervenire sulle pensioni, abbiamo fatto il punto sugli assegni previdenziali erogati in provincia di Como, dove si contano quasi 160mila pensionati.
Secondo l’ultima rilevazione Istat, i pensionati a fine 2015 erano 158.833, più donne (85.057) che uomini (73.776). La maggior parte (85mila) ha tra i 65 e i 79 anni. Quelli con più di 95 anni sono oltre 1.200.
Un’ampia fetta dei pensionati comaschi – circa 40mila, pari a un quarto del totale – ritira un assegno mensile compreso tra i 1.250 e 1.750 euro.
Quasi 16mila pensionati, pari al 10% del totale, vivono invece con un assegno mensile inferiore a 500 euro. Nel 60% dei casi, sono le donne a percepire un assegno mensile molto basso.
Salendo nella scala degli importi, si scopre che circa un pensionato su tre incassa meno di mille euro al mese. Esiste poi una fetta, pur esigua, di pensionati con una vita più agiata: sono 10mila i comaschi che ogni mese possono contare su assegni di oltre 3mila euro. In questo caso, prevalgono gli uomini, che sono circa l’80%.
Infine, le tipologie di assegno. Ogni mese il sistema previdenziale stacca in provincia di Como oltre 126mila assegni per vecchiaia o anzianità, 41mila per reversibilità, 20mila per invalidità civile e quasi 9mila di invalidità.
Il numero di assegni erogati, oltre 203mila, supera quello dei pensionati poiché ogni persona può ricevere più di un trattamento, ad esempio una pensione di anzianità e una di invalidità.

14 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “Un pensionato comasco su dieci vive con meno di 500 euro al mese”

  1. Conosco persone che vivono con meno di 500 euro al mese ,ma hanno case e conti correnti molto cospicui. Non hanno certo bisogno di un aumento della pensione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto