Un percorso pedonale al posto del “parcheggino” «Problemi di sicurezza stradale e sosta già vietata»

altDa ieri in via Grossi

«Hanno cancellato gli ultimi sei posti bianchi del quartiere per tracciare un percorso pedonale che non utilizzerà nessuno». La telefonata piuttosto concitata è giunta ieri mattina in redazione. L’oggetto del contendere è un lato di via Tommaso Grossi, a Como, tra l’incrocio di via Zezio e quello di via Crispi. Sul lato sinistro, a salire, vi è una rientranza nella quale da sempre trovano posto sei automobili di residenti o avventori dei vicini esercizi. L’altra mattina l’ufficio strade

di Palazzo Cernezzi ha però disposto una nuova segnaletica.
Lungo tutto il lato sono state tracciate delle strisce bianche. Il bianco questa volta non è però stato visto di buon occhio dai residenti, in quanto non ha regolamentato gli stalli della sosta libera, ma segnalato un passaggio pedonale. L’assessore alla Viabilità di Palazzo Cernezzi, Daniela Gerosa, motiva l’intervento.
«Non abbiamo cancellato nessun parcheggio, anche perché non vi erano parcheggi».
È però un fatto che da anni lì sostano le auto e non sono mai state multate. «Si trattava di una di quelle cosiddette zone grige – dice Daniela Gerosa – in cui in assenza di un cartello di divieto veniva tollerata la sosta, ma non era certo un parcheggio», ribatte l’assessore.
È stato tracciato un passaggio pedonale, ma dall’altra parte c’è il marciapiede. «La nostra priorità è garantire la sicurezza stradale e gli incroci di via Tommaso Grossi sono particolarmente pericolosi – dice ancora l’assessore alla Viabilità – abbiamo creato un percorso protetto per i pedoni in corrispondenza di una scuola e di un asilo nido».

Paolo Annoni

Nella foto:
Sopra e a sinistra, due immagini del percorso pedonale protetto realizzato dal Comune in via Grossi, tra via Zezio e via Crispi (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.