Un pezzo di laguna sfila in maschera sul Lario

Oggi in piazza Cavour spettacolo di danze a partire dal primo pomeriggio
Buona la prima. La giornata inaugurale del Carnevale comasco ha riempito di curiosi le vie del centro. Ieri pomeriggio ha riscosso successo la sfilata delle maschere veneziane curata dall’associazione Magia Mask di Marco Di Lauro. I figuranti, con indosso maschere e raffinati costumi realizzati con tessuti lariani, sono stati bersagliati da centinaia di fotografie.
Anche quest’anno nessuna parata di carri, ma numerosi eventi disseminati per la città. «Il nostro intento, come ribadito
più volte, è di offrire un piacevole divertimento – dice Francesco Scopelliti, assessore al Turismo di Palazzo Cernezzi – Il programma è stato pensato in modo da soddisfare le esigenze di adulti e bimbi e il pubblico sarà coinvolto negli spettacoli». A vigilare sul normale svolgimento della parata c’erano, oltre agli agenti della polizia locale, 10 volontari dei City Angels di Como. I festeggiamenti proseguiranno anche oggi pomeriggio – dalle 14.30 – con il Carnival Show International Dance che animerà piazza Cavour.
Il cuore della città si trasformerà in un palcoscenico dove il ballo diventerà il protagonista assoluto. Grazie ai maestri di danza e ai ballerini dell’International Dance di Lipomo, oltre 40 persone si esibiranno in danze caraibiche, boogie-woogie, ballo liscio, hip-hop. Ma anche balli di gruppo e baby-dance. Le vie e le piazze saranno animate anche dagli artisti dell’Associazione Par Tucc di Como, che daranno vita al Carnevale degli artisti di strada. Per consentire il passaggio della sfilata odierna, dalle 16.45 alle 17.30, e limitatamente allo stesso passaggio, è vietato il transito in centro di auto e moto, comprese quelle con il permesso per la Ztl. Sono esclusi i mezzi autorizzati. Il percorso off limit è questo: partenza da piazza San Fedele alle 16.45, poi via Luini, via Indipendenza, via Vittorio Emanuele, piazza Duomo, via Ballerini, via Boldoni, piazza Perretta, via Muralto, piazza Volta, via Fontana e infine piazza Cavour.
Sempre oggi pomeriggio va in scena la seconda sfilata del Carnevale canturino. Dalle 14 alle 16.30, sul classico percorso tra via Carcano e Corso Unità d’Italia, i sette carri, protagonisti di questa 86esima edizione della kermesse, torneranno a sfidarsi.
Dopo la prima parata della scorsa settimana, caratterizzata dal freddo e da un discreto successo di pubblico (719 paganti e 387 under 14), il Carnevale torna a invadere Cantù.
I carri saranno più decorati e verranno accompagnati nel loro passaggio per il centro da 4 scuole di ballo e dal gruppo degli Oratori di Cantù.
L’ingresso è gratuito fino a 14 anni. Il biglietto per gli adulti costa 5 euro.
Questo l’elenco dei carri e i loro costruttori: Oh genio pensaci tu se no se salvum pu’ (curato da Buscait e Scuola di ballo “Lady Anna Cantù”), Alla faccia delle sinistre (Lisandrin e Scuola di ballo “Bls Cantù”), Sbatti il mostro in prima pagina (Bentransema e “Asd SonSalsa” di Mariano Comense), Mi dimetto… Vi racconto la mia fiaba (Coriandolo), Mettiamo in moto l’allegria (La maschera), Non ci resta che rubare la frutta (Baloss e scuola di ballo “La danza”), Via i gat bala i rat (curato dagli Amici di Fecchio).

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Gli sfarzosi costumi che riecheggiano quelli indossati nella città della laguna sono stati realizzati con tessuti lariani e hanno colpito l’attenzione dei passanti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.