Un ricordo di Roncoroni su “L’Osservatore”

Federico Roncoroni

Sulla rivista online ticinese “L’Osservatore” Vincenzo Guarracino, critico letterario comasco, ricorda la figura di Federico Roncoroni, scrittore e critico lariano scomparso lo scorso 31 gennaio a 76 anni. Ne ricorda l’arte maieutica di docente al liceo Volta, propensione alla didattica e alla formazione che si portò dentro sempre anche dopo aver lasciato la scuola per l’editoria scolastica. “Si diceva una volta, con proverbiale locuzione, “Semel Abbas, semper abbas”, “abate una volta, per sempre abate”: come dire che di certe caratteristiche uno non se ne libera mai e che resta sempre tale, un Professore” dice Guarracino “per quante altre cose nella vita possa aver fatto. E di cose, in verità, Federico Roncoroni ne ha fatte tante, in tutto investendosi con generoso e contagioso entusiasmo: viaggi, libri, propri e altrui, nel senso che molti ne ha scritti e moltissimi ne ha promossi e
curati per tante Case Editrici, con un’operazione di scouting di cui molti continuano ad essergli grati”. “Una volta, la poetessa Carla Porta Musa, le cui parole a Como avevano valore di Vangelo, lo aveva definito, giovanissimo, un “Maestro” e da allora in poi molti avevano iniziato a guardarlo in quella luce” ricorda Guarracino nell’articolo intitolato “Un animo immortale da professore”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.