Un Sociale più “europeo” per il bicentenario

Manager culturali
Il Teatro Sociale di Como è un modello al quale guardano altre importanti strutture. Un esempio di cui si sta occupando la prestigiosa Università Bocconi di Milano, e un caso che verrà presentato al Parlamento Europeo. Una realtà comasca a cui il sindaco di Como, Mario Lucini, intervenendo alla presentazione del nuovo consiglio di amministrazione di As.Li.Co. (l’associazione che gestisce le attività del teatro bicentenario di piazza Verdi) ha voluto ribadire il suo sostegno.
E che il
prossimo anno sia un anno davvero importante – il teatro festeggerà appunto il suo bicentenario – lo dimostra il rinnovato impegno con cui Barbara Minghetti, proprio ieri riconfermata presidente per il triennio 2013-2015, vuole consolidare una struttura che sotto la sua direzione ha davvero raggiunto importanti traguardi.
«Nei prossimi anni – ha detto Minghetti – il teatro rinnoverà e amplierà tutte le sue attività, ma soprattutto cercherà di consolidare un assetto societario che si sforzerà di coinvolgere sempre di più la città per esportare un prodotto comasco vincente in tutta Europa».
In questa direzione va l’ingresso in consiglio di Bianca Passera – sorella del ministro comasco all’Economia, Corrado Passera – che ha così commentato il suo nuovo incarico: «Il teatro funziona bene, sia nelle sue funzioni di education – ad occuparsi di questo sono rimaste solo 4 strutture in tutta Europa – sia in quelle di rappresentazione. Io cercherò di stabilire nuovi scambi, nuove relazioni all’estero perché anche attraverso il teatro la città possa ricevere nuove spinte e fiducia».
Dal canto suo Paolo De Santis, nella funzione di consigliere As.Li.Co., ha voluto sottolineare i grandi meriti di Barbara Minghetti: «È stato un presidente sorprendente, ha saputo cambiare passo a un teatro che ha i numeri della media impresa, e la sua opera non poteva che continuare con tutto il nostro appoggio. Il Sociale è una risorsa fondamentale per la nostra città e il nostro compito principale è quello di metterlo in sicurezza dal punto di vista societario».
As.Li.Co., dopo aver adottato il teatro partendo da Milano, ha spostato la sua sede operativa in città e confermato Giovanni Vegeto nella funzione di amministratore delegato per continuare l’opera di una macchina complessa che lavora su più livelli senza mai dimenticare la qualità. Circuito Lirico Lombardo, Opera Education, Pocket Opera, Orchestra 1813, Festival Como Città della Musica, attività del teatro, produzioni As.Li.Co., bicentenario del Sociale ed Expo 2015 sono i progetti cardine sui quali la direzione e il suo staff lavoreranno nel prossimo triennio.

Maurizio Pratelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.