Un solo ufficio aperto, Poste nel caos

alt In via Milano nel capoluogo

Poste nel caos, ieri pomeriggio, in città. La contemporanea chiusura degli uffici di via Gallio e di via Perti e qualche guasto meccanico alle attrezzature dell’unica filiale rimasta aperta – quella di via Milano – ha prodotto una miscela esplosiva.
Miscela che è deflagrata attorno alle 16.30, quando una sessantina di persone in coda da oltre un’ora ha iniziato a perdere la pazienza, protestando a voce alta e chiedendo spiegazioni agli incolpevoli addetti agli sportelli.
Le chiusure

pomeridiane estive programmate, come detto, si sono mescolate a inconvenienti non previsti. In particolare, la rottura della macchina per le etichette, il guasto alla bilancia e la scadenza dei termini di presentazione dei permessi di soggiorno. Il risultato è stato un affollamento oltre ogni possibile immaginazione nel solo ufficio di via Milano, dove tre impiegati si sono visti letteralmente assediare da oltre un centinaio di clienti.
Molti hanno rinunciato a sbrigare la loro pratica. Qualcuno è sbottato e ha protestato vivacemente. Sempre stando in coda.

Nella foto:
La contemporanea chiusura degli altri uffici cittadini e qualche problema tecnico hanno gettato nel caos le Poste a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.