Un successo il Festival Glocal a Como. Galimberti: «Deve nascere un movimento di opinione»

Il festival Glocal del Giornalismo Digitale a Como

Oltre 300 giornalisti lombardi hanno festeggiato la primavera al “Festival del giornalismo digitale Glocal” organizzato da Ordine dei Giornalisti della Lombardia e Varesenews nella sala convegni del Corriere di Como e di Espansione Tv e all’Università dell’Insubria.

Cinque gli appuntamenti allestiti dalle 8.30 alle 22.30 di venerdì. Una ventina i relatori che si sono alternati in una grande giornata di approfondimento e di confronto sull’evoluzione della categoria degli operatori dell’informazione, tra deontologia e nuovi media. I convegni, validi anche come corsi di aggiornamento per gli iscritti all’Albo professionale, si sono chiusi con la proiezione del docufilm “Digitalife” del regista Francesco Raganato e prodotto da Varese Web con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo.

Soddisfatto alla chiusura della giornata il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, il comasco Alessandro Galimberti. «Il Festival del giornalismo digitale che stiamo portando nei capoluoghi di provincia della Lombardia serve a dare un qualificato aggiornamento professionale ai nostri iscritti – ha spiegato il presidente, che lavora al Sole 24 Ore – ma anche a far incontrare i giornalisti con i lettori con l’obiettivo di ridare, agli occhi del pubblico, credibilità e autorevolezza al giornalismo».

«Con le tappe che stiamo facendo in Lombardia – ha aggiunto – auspichiamo anche che possa nascere un movimento di opinione che solleciti una regolamentazione internazionale che preveda pesanti sanzioni nei confronti di chi usa il web non come formidabile strumento di dialogo e di democrazia ma come strumento di linciaggio e di offese da codice penale», ha concluso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.