Una città vuota ha salutato il nuovo anno: fino a domani “zona rossa”

Como notte Capodanno 2021

Capodanno anomalo in zona rossa sul Lario, quello del 2021. Piazze e strade deserte nelle ore solitamente animate da assembramenti, luci e rumori di festa. Il capoluogo presidiato dalle forze dell’ordine, potenziate per l’occasione, era completamente vuoto, comprese le principali arterie viabilistiche di accesso. Una città metafisica, alla Giorgio De Chirico, ma volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, rispettosa delle regole. Che prevedevano zero petardi e fuochi di qualunque tipo. Eppure a Como e sul Lario non sono mancati i botti, certo meno scenografici e in tono assai minore rispetto al passato, Fatta eccezione, a Como, per piazza Volta, dove sono rimbombati botti assordanti alla vecchia maniera. Anche a Cantù strade e piazze deserte ma non sono mancati petardi e botti allo scoccare della mezzanotte.
Zona rossa fino a domani
L’arrivo del nuovo anno si è festeggiato in sordina con il ritorno in zona rossa attiva fino a domani con le restrizioni più severe per contenere la diffusione del contagio. Fino al 3 gennaio chiusi tutti i negozi, tranne quelli che vendono generi di prima necessità, come alimentari e farmacie. Bar e ristoranti resteranno aperti esclusivamente per la vendita da asporto, dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio. Vietati tutti gli spostamenti, anche nel proprio comune, ad eccezione delle uscite per ragioni di necessità, salute e lavoro, che in caso di controllo devono essere dichiarate in un’autocertificazione. Sarà però sempre possibile, anche nei giorni rossi, fare visita ad amici e parenti: a spostarsi devono essere al massimo due persone, oltre a eventuali minori di 14 anni, una volta soltanto al giorno, tra le 5 e le 22.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.