Una grande Cantù sbanca Varese: successo nel derby senza Smith, fermato dal Coronavirus

Cantù Varese

Una grande Pallacanestro Cantù ha sbancato Varese con una prova di orgoglio e di carattere. Nel posticipo del campionato di serie A, i brianzoli si sono imposti nel sentitissimo derby. Una Acqua S.Bernardo più forte anche della malasorte: poche ore prima del match, infatti, è arrivata la notizia della positività al Coronavirus dell’americano Jaime Smith, che quindi non è sceso in campo.

Ma Cantù – che in teoria partiva come vittima sacrificale di una squadra a punteggio pieno – non si è scomposta e ha svolto alla perfezione il piano partita disegnato da coach Cesare Pancotto, imponendosi per 80-90 e conquistando così il secondo successo del campionato, dopo quello del secondo turno in casa con Pesaro.

Una affermazione non semplice, al termine di un match equilibrato, con i brianzoli che hanno messo la freccia nella quarta frazione e hanno scavato il solco decisivo.

«Il mio pensiero va a Cantù e ai canturini – ha detto al termine l’allenatore Cesare Pancotto – I tifosi sono l’emozione della nostra squadra, quindi il primo pensiero per questo bel derby vinto è naturalmente rivolto a loro. Il mio secondo pensiero va ai ragazzi, capaci di reagire a una mattinata terrificante. Nonostante le premesse, il gruppo ha messo in mostra carattere e personalità importanti. Il mio terzo e ultimo pensiero va alla nostra crescita che, minuto dopo minuto, ha portato una qualità del gioco davvero notevole. Nella prima frazione siamo partiti con più di una difficoltà, eppure nei restanti tre quarti siamo cresciuti molto, arrivando all’ultimo spezzone di partita in cui siamo stati capaci di segnare ben 32 punti in dieci minuti. Questo dato credo sugelli il bel gioco espresso in campo. Non solo attacco, però: anche in difesa abbiamo dato grande prova di noi stessi. Questo dà valore alla nostra partita, che non abbiamo approcciato nel modo migliore ma che siamo stati in grado di sviluppare, guidati da un enorme desiderio di vittoria. Mi preme comunque sottolineare che, questa squadra, per diventare adulta ha ancora molta strada da fare».

Il tabellino.

Openjobmetis Varese: Morse 2, Scola 29, De Nicolao, Jakovičs 11, Ruzzier 4, Andersson, Strautiņš 8, De Vico, Ferrero 5, Douglas 21, Librizzi ne, Virginio ne. Allenatore: Massimo Bulleri.

Acqua S.Bernardo Cantù: Thomas 21, Kennedy 2, Woodard 15, Procida 5, Leunen 6, La Torre 11, Johnson 12, Bayehe 9, Baparapé ne, Pecchia 9. Allenatore: Cesare Pancotto.

Parziali: 29-23; 15-21; 20-14; 16-32

Cantù sale a quattro punti in classifica, a due punti dalla vetta, dove si trova Milano, a punteggio pieno. Alla pari dei brianzoli vi sono Virtus Bologna, Reyer Venezia (prossimo avversario dell’Acqua S.Bernardo), Trieste, Sassari, Brindisi e la stessa Varese.

Cesare Pancotto
Coach Cesare Pancotto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.