Una Notre-Dame temporanea per Parigi e per l’Africa: la proposta dell’architetto comasco Di Pasquale

Temporary Notre-Dame

Una Notre-Dame Temporanea per Parigi e per l’Africa. Una chiesa realizzabile in sei mesi e in grado di accogliere i fedeli fino al completamento dei lavori di ristrutturazione della cattedrale. Questo in sintesi il progetto che l’architetto comasco, Joseph Di Pasquale, che ha realizzato il Guangzhou Circle in Cina e firmato il Choruslife di Bergamo, ha presentato in una lettera e un video al rettore-arciprete della cattedrale parigina, monsignor Patrick Chauvet.
Il concept design di una Notre-Dame temporanea per sostituirne le funzioni dopo l’incendio del 15 aprile scorso è stato realizzato da Joseph di Pasquale Architects e Maffeis Engineering. «La Notre-Dame Temporanea potrà ospitare le attività della comunità durante i lavori di restauro e ricostruzione della cattedrale storica. Dopo il suo uso a Parigi, sarà smontata e trasportata in Africa dove potrà essere installata definitivamente in una diocesi bisognosa di nuovi luoghi di culto» spiega l’architetto. «La Notre-Dame Temporanea è una metafora della nostra condizione umana: provvisoria ma con un destino definitivo», dice ancora.
Nella sua lettera, Di Pasquale esprime vicinanza a monsignor Chauvet e «sollievo» per la notizia «della salvezza delle strutture murarie». Di Pasquale auspica «una rinascita non solo fisica e materiale dell’edificio, ma anche della consapevolezza collettiva di quali siano le radici spirituali più profonde della nostra cultura e le vere fondamenta della nostra casa comune europea».
L’architetto, insieme con il dono dell’idea di chiesa, da realizzarsi sul sagrato, si impegna «personalmente anche nella eventuale raccolta e reperimento di fondi dalle ditte che eventualmente dovessero collaborare alla realizzazione – scrive nella sua lettera al rettore – in modo che tutto l’intervento sia senza nessun costo per la comunità di Notre-Dame. Ho anche molti colleghi architetti e amici francesi che posso coinvolgere nel medesimo spirito in questo progetto». Di Pasquale ha già coinvolto un team di ingegneri e di artisti. «Sono quindi a donarle oltre all’idea che le ho raccontato anche un primo concept architettonico, che ho rappresentato in un video ispirazionale», conclude. Il video è visibile su Youtube nel canale “Joseph” dell’architetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.