Una sala incontri per ricordare don Alfredo

Don Alfredo Nicolardi

«In una sera di inizio anno da alcuni di noi, amici di don Alfredo, è partita una riflessione che nasceva dalla tristezza di non essere riusciti a partecipare al funerale, alla distanza di questo momento. Abbiamo pensato che non poteva finire così…».
È nato in quella serata di gennaio il progetto che ha come scopo ricordare don Alfredo Nicolardi con una azione concreta, quella di intitolargli alla memoria una sala per incontri all’interno della Casa Simone di Cirene a Buccinigo, Erba.

La struttura è una casa che offre un luogo di accoglienza a sacerdoti che vivono un momento di difficoltà. Gli amici di don Alfredo hanno già contattato le parrocchie dove il sacerdote di Abbadia Lariana aveva prestato servizio, Rebbio e Camerlata, Garzeno e Catasco, Caslino, Bulgorello e Cadorago. Il costo dei lavori per sistemare e arredare la sala è di circa 12mila euro e la raccolta fondi è già iniziata. Chiunque volesse contribuire può contattare le parrocchie.

«Ci siamo dati da fare – dicono ancora gli amici di don Alfredo – abbiamo contattato altri amici e abbiamo sviluppato il progetto in ricordo del don. Siamo un bel gruppo». Don Alfredo Nicolardi, malato di Covid-19, era venuto a mancare nella notte dell’ultimo dell’anno. Nato ad Abbadia l’8 ottobre 1962, ordinato sacerdote il 13 giugno 1992, fu destinato a Rebbio come vicario e vi rimase otto anni. Le successive esperienze furono a Garzeno e Catasco (dal 2000 al 2009), a Caslino al Piano e Bulgorello e, nel 2016, a Cadorago. Si era ammalato a inizio dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.