Una sola coltellata diritta al cuore: figlio uccide il padre dopo una lite

omicidioluragomarinoneIl dramma a Lurago Marinone in una famiglia peruviana. La vittima domani avrebbe dovuto rientrare in patria. L’omicida è stato arrestato dai carabinieri

Una sola coltellata al cuore. Scagliata dopo che i primi due fendenti erano andati a vuoto. Con l’accusa di aver ucciso il padre, dalle 5.30 di questa mattina un 29enne peruviano di Lurago Marinone è rinchiuso nel carcere del Bassone. La lite è scoppiata all’una di notte nell’appartamernto di una casa di corte affacciata su piazza Roma. Il figlio rinfaccia al padre – 50enne, che domani avrbbe dovuto tornare in Perù e salutare per sempre la famiglia – di aver per anni malmenato la madre che lavora come badante. E, di conseguenza, di essere la causa della rottura della coppia datata 20 anni prima, prima ancora che la moglie giungesse in Italia. Dalle parole si passa ai fatti. Il figlio impugna due coltelli, uno con una lama di 21 centimetri.

Il primo fendente è a vuoto, il secondo pure, il terzo centra il padre dritto al cuore. L’uomo muore un’ora dopo, ancora sul pavimento di casa. Il figlio, che ha un bambino di tre anni, scappa in auto sotto shock. Viene intercettato intorno alle 3.30 dai carabinieri che nel frattempo sono giunti sul posto. Alla scena hanno assistito la ex moglie della vittima e la sorella dell’omicida che è ora stato arrestato. Tutti i famigliari sono già stati interrogati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.