Una vena artistica ispirata al tiro a volo: Giovanna Pasello prepara la sua prima mostra

Giovanna Pasello

Da campionessa di tiro a volo ad artista, con opere comunque ispirate alla sua attività sportiva. Il 25 luglio a Porto Ceresio – grazioso paese in provincia di Varese affacciato sul Lago di Lugano – aprirà la mostra dei quadri di Giovanna Pasello.
Classe 1959, comasca di Lurate Caccivio, Giovanna, “Giò” per gli amici, esporrà una decina di suoi quadri, che non mancheranno di suscitare curiosità.
L’ispirazione nasce dai famosi tagli di Lucio Fontana, che qualche anno fa Giovanna osservò con forte curiosità in una mostra a Milano. Al suo fianco, quel giorno, c’era l’artista Sandro Cabrini alla quale la campionessa di tiro a volo disse, scherzando, ma fino ad un certo punto: «Posso provare anche io a fare lo stesso con le tele». Ma al posto che tagliarle, Giovanna le ha colpite con l’arma che ha abitualmente utilizzato durante le gare; poi le ha decorate a suo piacimento con oggetti generalmente sportivi, soprattutto piattelli e cartucce. Ad un amico appassionato di golf, ad esempio, ha regalato una tela con una pallina solitamente utilizzata nei “green”.
Per riunire le opere da esporre a Porto Ceresio, Giovanna Pasello ha chiesto una cortesia agli amici a cui le ha regalate, che ora le hanno messe a disposizione per l’evento di Porto Ceresio.
La mostra, curata da Carlo Maccini, sarà ospitata nella stazione Trenord del paese e si chiamerà “Dallo sport all’arte”. L’inaugurazione sarà il 25 luglio alle 18 , con apertura fino all’8 agosto e ingresso gratuito.
Il giorno dell’apertura Giovanna sarà ovviamente presente e per gli appassionati di sport ci sarà l’opportunità di incontrare una campionessa che negli anni in Italia e nel mondo ha tenuto in alto i colori del Lario.
Nel suo curriculum la partecipazione alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996, quando sfiorò la qualificazione alla finalissima per l’oro della specialità double trap. Ha vinto un titolo iridato a squadre nel 1995 a Nicosia (capitale di Cipro) e una prova di Coppa del Mondo a Lonato nel 1999.
L’elenco delle gioie è davvero lungo e comprende anche quattro titoli europei, sei tricolori, sempre di double trap, e sette nella disciplina fintello.
Da qualche tempo Giovanna Pasello ha smesso di sparare e, oltre a gestire la sua azienda, fa la nonna di due nipotini (Malia e Mikey) per così dire a distanza, visto che abitano in Australia.
Da un punto di vista sportivo la campionessa non ha comunque staccato: gioca a golf e lo scorso anno ha anche partecipato all’Ecogreen Aci Como, gara automobilistica di regolarità disputata sulle strade del Lario e riservata alle vetture elettriche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.