Unicredit: Mustier congela progetto subholding, niente M&A

'Preferiamo trasformare piuttosto che integrare"

(ANSA) – MILANO, NOV 5 – "Non commentiamo rumors e speculazioni" ma "Lasciatemi ribadite che il nostro piano al 2023 è basato sull’assunto ‘senza M&A’". Così il ceo di Unicredit Jean Pierre Mustier ha risposto a proposito della possibile acquisto di Mps. "Preferiamo trasformare piuttosto che integrare e vogliamo usare l’eccesso di capitale per supportare l’economia e per restituire il capitale ai soci quando il regolatore lo permetterà". "Questa – ha concluso – è la risposta sulla nostra strategia e non cambia di un centimetro". Mustier ha piuttosto segnalato che il progetto di una subholding dove riunire le attività estere del gruppo è per ora accantonato visto il contesto macroeconomico favorevole grazie alla politica della Bce. "Il nostro progetto di subholding era stato pensato più di un anno fa per ottimizzare il costo del funding e la nostra struttura", ma "nel nuovo contesto macroeconomico non è necessario, non c’è ragione per noi, di mettere in atto la subholding. Il progetto rimane un progetto". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.