Unindustria, preoccupazione per l’export: l’ondata protezionistica fa paura
Economia

Unindustria, preoccupazione per l’export: l’ondata protezionistica fa paura

L’economia lariana in febbraio ha segnato un «lieve miglioramento» rispetto a gennaio, anche se preoccupa l’ondata protezionistica di alcuni stati. L’analisi è del Centro Studi di Confindustria Lecco e Sondrio e Unindustria Como. Se tra i principali indicatori esaminati risulta prevalente il giudizio associato alla stabilità, emerge anche una maggior incidenza delle indicazioni di crescita rispetto a quelle di rallentamento.

GLI ORDINI Gli ordini delle imprese dei tre territori rivelano una dinamica positiva sia sul versante interno sia per quanto riguarda l’export. In entrambi i casi, le indicazioni di aumento della domanda sono superiori a quelle di diminuzione.

LA PRODUZIONE L’indicatore mostra una prevalenza di indicazioni di stabilità, segnalata da oltre un’azienda su due. Emerge tuttavia anche una maggior incidenza dei giudizi di aumento dell’attività rispetto a quelli di rallentamento. Nel dettaglio, i livelli risultano in linea con quanto registrato a gennaio nel 58,7% dei casi, in aumento per il 27% e in diminuzione per il restante 14,3%.

IL FATTURATO Sul versante del fatturato le imprese delle tre province danno indicazioni che seguono quanto registrato per la domanda. L’aumento delle vendite, segnalato da un’azienda su due (50%), risulta maggiormente diffuso della tendenza alla diminuzione, segnalata invece dal 18,8%.

LE PREVISIONI Sul versante previsionale le realtà di Lecco, Sondrio e Como tracciano un quadro in miglioramento, con circa un’impresa su tre (31,7%) che comunica aspettative di crescita per le prossime settimane. Il 55,6% delle aziende indica invece un mantenimento, mentre il 12,7% si attende un rallentamento.

La sede di Unindustria a Como

LE MATERIE PRIME I giudizi riguardanti l’andamento dei prezzi delle principali materie prime impiegate dalle imprese mostrano una fase di aumento in febbraio ed esprimono, quindi, un ulteriore elemento di criticità. Un’impresa su due (49,2%) comunica listini stabili, mentre il 47,6% del campione rivela prezzi in aumento.

LA SOLVIBILITÀ In febbraio i casi di insolvenza e di ritardo dei pagamenti rappresentano un ulteriore elemento penalizzante per le imprese. Il fenomeno dei mancati o ritardati pagamenti pesa su oltre un’azien – da su due (52,4%) del campione.

I RAPPORTI CON LE BANCHE L’analisi dei giudizi riguardanti i rapporti tra le imprese e gli istituti di credito mostra, in febbraio, una situazione di diffusa stabilità delle condizioni, segnalata dall’87,3% del campione. Con riferimento agli spread e ai tassi di interesse si registra un incremento per il 12,9%, mentre le spese e le commissioni bancarie sono aumentate per oltre un’azienda su cinque (21,3%).

L’OCCUPAZIONE Lo scenario occupazionale risulta caratterizzato da una diffusa stabilità in febbraio, così come indicato dall’82,3% delle imprese del campione complessivo.

Fabio Porro

L’ANALISI «I dati del mese di febbraio – commenta il Presidente di Unindustria Como, Fabio Porro – lasciano intravedere qualche piccolo segnale positivo rispetto al mese precedente. L’aumento della domanda e del fatturato, quest’ultimo per la metà degli intervistati, è sicuramente un dato confortante. Questo ci rincuora rispetto a un contesto internazionale dove ancora prevalgono le incertezze causate non solo dalla nuova ondata di attacchi terroristici, ma anche per le tendenze protezionistiche di alcuni Stati che, per un Paese grande esportatore come il nostro, rappresentano una preoccupazione in più. Dobbiamo assolutamente insistere – conclude il Presidente Porro – con una politica industriale che stimoli le imprese a investire e ad aumentare la propria produttività».

7 Apr 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto