Università dell’Insubria, la stagione concertistica sbarca su Youtube

Duo Pollice

YouTube come il grande palcoscenico di un teatro lirico, per ascoltare i motivi delle più famose e popolari arie d’opera italiane, da «Va pensiero» a «Nessun dorma». È la nuova proposta della XX Stagione concertistica dell’Università dell’Insubria, che per il suo penultimo appuntamento ospita i fratelli Aurelio e Paolo Pollice, venerdì 7 maggio dalle 17 alle 19 in diretta streaming dall’aula magna varesina dell’ateneo.

Il duo pianistico eseguirà in carrellata le trascrizioni a quattro mani, com’era d’uso nei salotti ottocenteschi. Spiega il maestro Corrado Greco, direttore artistico della stagione: «L’800 è il secolo dell’affermazione della borghesia, che trova nella musica uno strumento per affermare il proprio prestigio. Si rafforza l’abitudine di suonare in casa per diletto o per fini educativi e lo strumento principe è il pianoforte. Il Teatro e l’Opera incidono sul costume, sulla politica e sull’identità nazionale e individuale della società ottocentesca».

Aurelio e Paolo Pollice, diplomati in pianoforte rispettivamente al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e al Giuseppe Verdi di Milano, sono entrambi solisti dalla carriera internazionale.

Il programma di «4 mani all’opera!» prevede: «Casta diva» da «Norma» di Vincenzo Bellini; «Largo al factotum della città» da «Il Barbiere di Siviglia» di Gioachino Rossini; «Una furtiva lagrima» da «Elisir d’amore» di Gaetano Donizetti; «Intermezzo» da «Cavalleria rusticana» di Pietro Mascagni; «Vesti la giubba» da «Pagliacci» di Ruggero Leoncavallo; «Va pensiero» da «Nabucco» e «Parigi o cara» da «Traviata» di Giuseppe Verdi; «Nessun dorma» da «Turandot» di Giacomo Puccini.

Per seguire la diretta streaming su YouTube, dove poi resterà disponibile la registrazione del concerto: https://youtu.be/2Jy3nQOOVHQ

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.