Uomo sale su un traliccio: mobilitazione a Lazzago

Uomo su traliccio

È salito in cima a un traliccio dell’alta tensione, tra via Varesina e via del Dos, tra il quartiere di Rebbio e Lazzago, protestando per diversi e disparati motivi. È stato notato da persone che hanno chiamato i soccorsi. La discesa, e la conclusione della vicenda, alle 22.30.

Ingente spiegamento di forze, nel tardo pomeriggio di ieri e nella serata, con l’intervento del 118, dei vigili del fuoco e dei carabinieri della compagnia di Como. Difficile capire i motivi di un gesto tanto eclatante.


Per lunghi periodi l’uomo, che sarebbe di origine caraibica, è rimasto sospeso senza dire una parola, senza urlare, senza rivendicare nulla. È salito a una altezza di almeno sei metri dal suolo. Poi, dopo un tempo già lungo aggrappato alle traversine del traliccio, sarebbe salito ancora più in alto, arrivando a circa otto metri dal suolo. Sul posto sarebbe arrivata anche la moglie con la figlia, nel tentativo di convincerlo a scendere. Le trattative da terra sono proseguite per ore, anche con un mediatore dei carabinieri fatto arrivare apposta in via del Dos. L’allarme è stato lanciato quando erano le 18. L’uomo lamentava problemi economici ma anche di famiglia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.