Urbano: «L’Italia deve seguire il modello svizzero»

altL’ex azzurro racconta l’esperienza oltre frontiera
(m.mos.) «Il calcio italiano? In una fase di crisi come questa potrebbe prendere esempio da quello svizzero». Parole di Orlando Urbano, 30 anni, difensore del Lugano, ex del Como (nella stagione 2011-2012). Con i bianconeri ticinesi Urbano milita nella Challenge League (la serie B rossocrociata) e con la sua squadra è in lotta per la promozione. Nell’ultimo turno è arrivata una bella vittoria nel derby con il Chiasso, un secco 5-1.
«Una parola per descrivere la mia esperienza in Svizzera?

Fantastica – afferma Urbano – Sono molto contento perché mi trovo davvero bene. E non mi riferisco a un discorso esclusivamente agonistico».
«Quello che mi piace di Lugano e del calcio svizzero è l’attenzione da parte delle amministrazioni – spiega ancora – Nel nostro caso siamo seguiti da vicino dal Dicastero dello Sport che mette a disposizione strutture all’avanguardia e un bello stadio come quello di Cornaredo. Mi piacerebbe, e lo dico da italiano, che questo succedesse anche nel nostro Paese, che con umiltà dovrebbe prendere esempio proprio dalla Svizzera».
Orlando Urbano si trova proprio bene. «Premetto che sono contento della mia carriera, compreso l’anno a Como e sono soddisfatto di quello che ho fatto – dice ancora il difensore. Ma allo stesso tempo devo ammettere che in Svizzera ho trovato il mio habitat ideale».
E, come detto, i risultati sono positivi. Il Lugano è infatti uno dei più seri candidati alla promozione. «Il nostro è un bel gruppo, dove i giocatori più esperti, me compreso, hanno fatto di tutto per costruire qualcosa di positivo. Abbiamo coinvolto anche i tifosi, che ci seguono sempre con passione e affetto. Sono state create condizioni ideali. E io non posso che ribadirlo. Mi sento felice».
Un calcio che viene seguito, nella vicina Confederazione, in maniera più rilassata. «Sicuramente. Di solito dopo le partite ci si ferma con i tifosi a commentare l’andamento e c’è sempre qualcuno che ti vuole offrire da bere. Da noi, invece, specie se si perde, scatta l’assalto al colpevole, iniziano le polemiche. Molto meglio l’approccio che c’è qui».
Il derby con il Chiasso è sempre molto sentito, e il 5-1 di pochi giorni fa ha caricato l’ambiente. «Una ciliegina sulla torta – ammette il difensore – che ci ha dato morale per la prossima sfida. Questo fine settimana il campionato è fermo per gli impegni delle Nazionali, ma quando riprenderà andremo a giocare sul campo della capolista Wholen. Gara che non possiamo fallire».
Insomma, una esperienza esaltante sotto ogni profilo. «Certamente – conclude – Sono molto contento, e da italiano dico che il modello svizzero è un buon esempio per il rilancio del nostro calcio. E gli esempi positivi vanno imitati».

Nella foto:
Orlando Urbano esulta durante una partita del Como nel campionato 2011-2012

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.