Usa: Bannon rischia incriminazione nonostante grazia

Procuratore di New York indaga su ex stratega

(ANSA) – ROMA, 03 FEB – Nonostante la grazia dell’ultimo minuto ricevuta da Donald Trump, Steve Bannon potrebbe essere perseguito per lo stesso reato, frode in una raccolta fondi per il muro con il Messico, dallo Stato di New York. Lo scrivono Washington Post e New York Times. Il perdono presidenziale si applica solo sui crimini federali e non su quelli statali. Per questo l’ufficio del procuratore di Manhattan ha iniziato ad indagare sul ruolo dell’ex stratega nella vicenda e sta anche valutando l’apertura di un’inchiesta su Ken Kurson, amico del genero dell’ex presidente, Jared Kushner, e anch’egli graziato dell’ultimo minuto. L’indagine su Bannon sarebbe già a buon punto tanto che sono già stati convocati un potenziale testimone, scrive il Nyt. Il portavoce dell’ufficio del procuratore non ha voluto rilasciare commenti così come il portavoce dell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Manhattan, che lo scorso agosto ha presentato le accuse federali contro l’ex consigliere. E uno dei legali di Bannon, Robert J. Costello, ha bollato le notizie come "speculazioni". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.