Usa, schiaffo a Trump su voto per posta

Corte suprema dice sì a preferenze arrivate entro tre giorni

(ANSA) – WASHINGTON, 20 OTT – Schiaffo della Corte suprema Usa al presidente Donald Trump e ai repubblicani: il massimo organo giudiziario americano ha deciso che in Pennsylvania, uno degli Stati in bilico più importanti, i voti per posta saranno contati se saranno ricevuti entro tre giorni dall’election day anche se privi di un timbro postale leggibile. Una vittoria per i dem, perché il presidente Usa e il Grand Old Party chiedevano che fossero contate solo le schede consegnate entro l’election day. Quattro giudici si sono espressi contro ma il presidente John Roberts si è schierato con i tre togati liberali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.