Usa: Snowden ha incassato 1,2 mln in compensi per conferenze

Causa in corso per privarlo dei guadagni su informazioni Nsa

(ANSA) – NEW YORK, 17 AGO – L’ex talpa della Nsa Edward Snowden ha guadagnato oltre 1,2 milioni di dollari di compensi per le conferenze tenute dopo aver rivelato i segreti degli Usa sette anni fa. Secondo quanto riportato dal sito Politico, gli avvocati del Dipartimento di Giustizia americano hanno rivelato la cifra alla corte federale di Alexandria, in Virginia, come parte di una causa in corso volta a privare Snowden dei profitti basati sulle informazioni riservate della National Security Agency che ha rivelato negli anni. L’intervento che gli ha fruttato di più e’ stato un discorso pagato 50.000 dollari nel 2015 alla società di intermediazione CLSA, con sede a Hong Kong. E ancora, un’apparizione all’agenzia pubblicitaria Piston in Kuwait e’ stata pagata 35.000 dollari, un’altra 32.000 dall’ufficio del turismo portoghese, e ne ha incassati 30.000 per un’apparizione alla Park City Performing Arts Foundation. Poi ci sono i pagamenti che ha ricevuto da college e università: 25.000 dollari dall’Università di Waterloo, 20.000 per parlare al pubblico della Johns Hopkins University e la stessa cifra per quello dell’University of Winnipeg, 18.000 ciascuno li ha ottenuti dal Middlebury College e dall’University of Alberta, 15.000 dall’Università di Pittsburgh, 14.000 dall’Ontario Colleges e 12.000 dollari ciascuno dalla Georgetown University e dall’Ohio Wesleyan University. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.