«Usate i ristorni dei frontalieri per i parcheggi della stazione»
Cronaca, Economia

«Usate i ristorni dei frontalieri per i parcheggi della stazione»

Dove parcheggiano i frontalieri? Il tema è estremamente caldo in Svizzera. Troppe automobili sulle strade ticinesi e tante sono proprio dei 60mila pendolari che ogni giorno varcano il confine per raggiungere il posto di lavoro. Il servizio pubblico è stato recentemente potenziato con i treni della Varese-Stabio-Mendrisio-Lugano, ad esempio.

Frontalieri alla dogana di Ponte Chiasso Frontalieri alla dogana di Ponte Chiasso

Per arrivare alla stazione, il frontaliere, che spesso fa orari su turni, deve comunque muovere l’auto. E parcheggiare nei pressi delle stazioni italiane è davvero un’impresa.

Ecco che il consigliere nazionale del Ppd, Marco Romano, ha presentato un’interpellanza al Consiglio federale di Berna, ovvero al governo di tutta la Confederazione elvetica, per chiedere che i ristorni di quest’anno e del 2019 vengano vincolati alla realizzazione di parcheggi. O meglio, vincolati a opere infrastrutturali di trasporto transfrontaliero.

Ne dà notizia il “Corriere del Ticino” di ieri. Ricordiamo che i ristorni destinati ai Comuni italiani in cui sono residenti i frontalieri, sono quasi il 40% dell’importo annuale incassato dall’erario svizzero per il singolo lavoratore.

8 Marzo 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto