Usura e droga: l’imputato contrattacca

IN TRIBUNALE
Colpo di scena al processo andato in scena ieri mattina per un presunto giro di droga e usura che arrivava anche al 3.000% di interesse. Uno degli imputati, un 47enne di Como, accusato di essersi accaparrato il distributore di benzina della Esso a Lipomo proprio “strozzinando” l’ex proprietario (costituitosi parte civile) ha presentato in aula due ricevute (regolarmente firmate) da 50mila e 15mila euro. Motivo che ha portato il tribunale di Como a rinviare l’udienza al 15 dicembre per sentire di nuovo la vittima e chiedere dell’autenticità o meno delle firme.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.