Vaccinazioni, Foroni: “Dai volontari 400mila giornate di lavoro”

Vaccinazioni a Como

La capacità di fare sinergia del mondo della Protezione civile e di quello sanitario è il valore aggiunto della campagna vaccinale della Regione Lombardia. È questo in sintesi il pensiero dell’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, intervenuto alla conferenza stampa sulle vaccinazioni anti-Covid.

SINERGIA MONDO SANITARIO E VOLONTARIATO – “La Lombardia – ha sottolineato Foroni – è stata la prima in Italia ad avviare questa attività, nessun’altra regione ha dato vita a una così forte interazione tra campo sanitario e mondo della Protezione civile. Se la campagna vaccinale  ta avendo un buon risultato è anche dovuto alla capacità tra sanità e volontariato di Protezione civile di mettersi insieme”.

VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE – “Tutti i volontari della Protezione civile che sono stati impegnati nella lotta al Covid e nella programmazione vaccinale – ha continuato – meritano il nostro più sentito ringraziamento. Solo come numero, infatti, ci stiamo avviando, dall’inizio della pandemia, alle 400.000 giornate/uomo per il volontariato di Protezione civile. È un numero impressionante”.

CAMPAGNA VACCINALE – “La soddisfazione è grande – ha aggiunto – anche per l’interazione che c’è stata tra i cittadini che andavano nei centri vaccinali e la simbiosi che si è creata con i volontari a partire da quelli di Protezione civile perché spesso sono le prime persone che si  incontrano negli hub distribuiti sul nostro territorio. Sono loro infatti che hanno il compito di accogliere e di dare le prime informazioni anche di tipo logistico. Queste sono situazioni che  pesso non si notano ma che hanno contribuito all’ottima organizzazione della campagna vaccinale”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.