Vaccini a stranieri in Serbia, allerta truffe

Prenotazioni solo attraverso il portale ufficiale

(ANSAmed) – BELGRADO, 12 APR – La prenotazione della vaccinazione in Serbia, sia per i cittadini serbi che per gli stranieri residenti o non residenti, si fa esclusivamente attraverso il portale governativo eUprava, ed è esclusa ogni possibilità di farlo per mezzo di agenzie turistiche nazionali o estere. Lo ha detto il responsabile di eUprava Mihailo Jovanovic, che ha messo in guardia da possibili truffe al riguardo. "Quanto è apparso in internet e sul alcune reti sociali è evidentemente una truffa, dalla quale tutti devono guardarsi, in particolare gli stranieri", ha detto Jovanovic citato dai media. "Sin dall’inizio abbiamo consentito anche ai cittadini stranieri, residenti e non residenti in Serbia, di prenotarsi sul portale eUprava, ma ora siamo concentrati sulla vaccinazione dei nostri cittadini serbi", ha affermato Jovanovic, confermando la sospensione al momento delle somministrazioni di vaccino agli stranieri. "Quando avremo vaccinato i serbi, allora sarà il turno dei cittadini stranieri". Secondo Jovanovic sono circa 53 mila gli stranieri non residenti che hanno fatto finora richiesta di vaccinazione anticovid in Serbia compilando il questionario online sul portale eUprava, che è in lungua serba e caratteri cirillici. Si tratta in larga maggioranza di cittadini di altri Paesi della ex Jugoslavia – Bosnia-Erzegovina, Macedonia del Nord, Montenegro – ma a fare richiesta sono anche persone di altri Paesi europei, Italia compresa. (ANSAmed).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.