Vaccini, arrivate le nuove dosi: Sono metà di quelle previste

Possibile prenotare anche per soggetti vulnerabili di ogni età

Sono state consegnate ieri mattina alla Farmacia Ospedaliera del Sant’Anna i nuovi vaccini Pfizer. Si tratta però solo di due “vassoi”, metà di quelli inizialmente previsti. Altri 2.340 dosi di vaccino anti Covid-19 (ogni vassoio ha 195 fiale e da ogni fiala è possibile estrarre 6 dosi di vaccino). Anche il Comasco e Asst Lariana iniziano a fare i conti con la «discontinuità registrata nella fornitura di vaccino da parte di Pfizer-BioNtech e della necessità di garantire l’esecuzione dei richiami – spiegano da Asst – la cessione delle dosi alle Rsa per le prime somministrazioni verrà ulteriormente verificata rispetto alla programmazione». Rallentamenti provvisori sono previsti anche per le forniture ad altre strutture sanitarie.
«Siamo certi che questa temporanea decelerazione verrà superata grazie alle nuove consegne – osserva il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi – Come è possibile osservare, del resto, siamo in una situazione estremamente dinamica».
La provincia di Como con l’ultima fornitura ha ricevuto 16.430 dosi. Nel programma vaccinale iniziale queste dovrebbero arrivare a 18.720 entro il 25 gennaio, termine che potrebbe ora slittare. Per quanto riguarda le vaccinazioni effettuate (aggiornate al 17 gennaio), sono 6.555 nei presidi di Asst Lariana (San Fermo, Cantù, Menaggio e via Napoleona), 2.280 vaccinazioni nelle Rsa, 1.794 le dosi nei presidi privati accreditati. Con gli ultimi due vassoi, salgono a 5.801 le dosi accantonate per le somministrazioni del richiamo a distanza di 21 giorni dalla prima.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.