Vaccini: chiesa del Cosentino diventa centro vaccinale

L'iniziativa a San Pietro in Mendicino

(ANSA) – CITTA DEL VATICANO, 10 APR – "Un segno di vicinanza alle istituzioni e ai bisogni del territorio in una regione difficile come la Calabria". Così don Enzo Gabrieli, parroco di San Pietro a Mendicino, in provincia di Cosenza, parla dell’iniziativa di predisporre la chiesa come centro vaccinale per gli anziani della zona: un vero e proprio "ospedale da campo" come desiderato da Papa Francesco. La chiesa è un ex convento domenicano dove è venerata la Madonna delle rose e anche una reliquia di san Giuseppe Moscati che nel 1911 si mise a disposizione delle autorità di Napoli e sfidò il colera salvando centinaia di vite. Essa è inoltre vicina al centro Caritas che con i suoi volontari, spiega il parroco, insieme a quelli dell’onlus Madonna del Rosario, hanno allestito il luogo dove, grazie alla collaborazione delle istituzioni, sono stati consegnati un defibrillatore e un frigorifero per la conservazione dei vaccini a temperatura controllata. Gli anziani – racconta l’Osservatore Romano – si sono presentati e sono stati accolti dai volontari che li hanno aiutati a fare le procedure burocratiche prima di sottoporsi al siero somministrato dai medici dell’azienda sanitaria che ha ritenuto idoneo il luogo di culto. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.