Vaccini, giornate “senza prenotazione”. Le date e i paesi convolti

Vaccinazioni

La campagna vaccinale procede senza interruzione in provincia di Como, ma la situazione del territorio, tracciata da Ats Insubria, è ancora a macchia di leopardo.

Prosegue in particolare la difficoltà nel raggiungere la zona della Val Cavargna e dell’Alto Ceresio. Ci sono 5 comuni in cui i vaccinati rappresentano ancora solo il 10, massimo il 20% della copertura. Si tratta di Cavargna, San Nazzaro Val Cavargna, Val Rezzo, Corrido, Carlazzo e Zelbio. A questi fanno da contraltare i due territori verdi, Dizzasco, il primo a raggiungere la copertura tra il 60 e il 70%, e Sala Comacina che è arrivata a oltre la metà dei vaccinati (50-60%).

Si sono avvicinati al 50% dei vaccinati nell’ultima settimana altri trentanove Comuni, compreso il capoluogo. Si tratta di: Menaggio, Ponna, Bellagio, Pigra, Colonno, Centro Valle Intelvi, Cerano, Brienno, Carate, Moltrasio, Cernobbio, San Fermo, Torno, Pognana, Veleso, Magreglio, Caglio, Rezzago, Asso, Canzo, Castelmarte, Proserpio, Longone, Eupilio, Pusiano, Erba, Albavilla, Albese, Tavernerio, Lipomo, Cucciago, Novedrate, Arosio, Lurago d’Erba, Montorfano, Anzano del Parco, Alzate Brianza e Lambrugo.


Per fare fronte a questa disparità sul territorio, dovuta si pensa a motivi diversi, ad iniziare dalla distanza dai centri vaccinali, Ats avvierà alcune giornate dedicate di vaccini senza prenotazione per gli over 60 nei comuni con meno di 3mila abitanti nei quali l’adesione alla campagna è stata inferiore alla media regionale. Gli “open day” per le iniezioni coinvolgeranno in provincia di Como 28 paesi e saranno organizzati nei weekend del 5 e 6 e del 12 e 13 giugno. «I sindaci e le amministrazioni comunali saranno protagonisti per invogliare gli over 60 ad aderire alla campagna presentandosi negli hub indicati in occasione di questa iniziativa sperimentale pensata proprio per quelle realtà in cui l’adesione è stata inferiore», spiega Ester Poncato, responsabile della programmazione della campagna vaccinale.


Il primo appuntamento sarà il 5 e 6 giugno all’ospedale di Menaggio, dalle 9 alle 15. Nella giornata di sabato sono invitati a vaccinarsi gli over 60 dei comuni di Cavargna, Valrezzo, Cusino, San Nazzaro Val Cavargna, Bene Lario, San Siro e Carlazzo, per un totale di 576 persone attese per l’iniezione.
Domenica sarà il turno dei residenti di Claino con Osteno, Corrido, Plesio, San Bartolomeo Val Cavargna, Grandola ed Uniti e Valsolda, con una lista di 528 possibili partecipanti.

Il weekend successivo le convocazioni sono all’hub di Lariofiere a Erba. Sabato dalle 8 alle 20 sono attesi gli over 60 di Zelbio, Veleso, Caglio, Barni, Sormano, Caslino d’Erba, Montorfano, Valbrona e Faggeto Lario.
In quest’area sono 808 gli over 60 non ancora vaccinati. Domenica 13 giugno spazio ai residenti di Castelnuovo Bozzente, Torno, Rodero, Lurago Marinone, Veniano e Fenegrò, con 776 persone invitate a presentarsi per l’iniezione.
Le persone residenti in questi comuni, dai 60 anni in su, che ancora non si sono vaccinate devono semplicemente presentarsi portando tessera sanitaria, codice fiscale e carta d’identità. Non c’è bisogno di fissare alcun appuntamento.
«L’adesione alla campagna sul territorio dell’Ats Insubria è stata molto elevata e quasi il 50% dei residenti ha ricevuto le due dosi – conclude Poncato – È importante procedere quindi anche con interventi mirati dove la copertura risulta inferiore».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.