Vaccini, l’ambulatorio trasloca in via Napoleona

Il servizio lascerà i locali dell’ex distretto Asl. Nel monoblocco di Camerlata saranno effettuate oltre 13mila prestazioni

Rivoluzione per il settore delle vaccinazioni a Como. Entro l’inizio del prossimo anno, l’ambulatorio dell’ex distretto di via Cadorna-Croce Rossa traslocherà in via Napoleona, al piano rialzato del monoblocco. Un importante passo avanti nell’ottica della cittadella sanitaria. Nell’ex ospedale dovrebbero essere somministrati, secondo le prime stime, oltre 13mila vaccini all’anno ai bambini e agli adulti, con l’aggiunta di un nuovo servizio dedicato ai soggetti a rischio.

La svolta è stata annunciata ieri, durante la prima delle due giornate di festa in onore della patrona dell’ospedale, Sant’Anna. «Prosegue il progetto per valorizzare e riutilizzare al meglio il monoblocco e gli edifici dell’ex ospedale, con l’idea di realizzare la cittadella sanitaria – ha sottolineato il direttore generale dell’Asst Lariana, Marco Onofri – Uno dei prossimi passi sarà lo spostamento in via Napoleona del servizio vaccinale. Il trasloco avverrà in tempi brevi, tra la fine dell’anno e l’inizio del prossimo al massimo».

Attualmente, l’ambulatorio vaccinale per la zona di Como è nella sede dell’ex distretto dell’Asl, in via Cadorna-Croce Rossa. «Gli spazi sono ristretti e c’è anche un problema di accessibilità della struttura – ha sottolineato il direttore socio sanitario dell’Asst Lariana, Vittorio Bosio – Tra le altre cose, già dal prossimo anno il numero delle vaccinazioni che andremo a erogare è destinato ad aumentare. Il trasloco nella nuova sede ci permetterà di mettere a disposizione degli utenti spazi adeguati e confortevoli, oltre ad un accesso più semplice e senza problemi per il parcheggio».
«Lo spostamento nell’ambito della cittadella sanitaria – ha aggiunto Bosio – permetterà anche di modificare e integrare l’organizzazione del servizio. L’ambulatorio sarà inserito in un contesto nel quale sono a disposizione anche altri specialisti dell’Asst e sarà inoltre attivato un servizio specifico nuovo, dedicato ai soggetti a rischio».
L’attività vaccinale sarà sistemata al piano rialzato del monoblocco e avrà anche un accesso dedicato, senza dover ricorrere agli ascensori o alle scale. Gli spazi comuni sono stati già ristrutturati in occasione dei lavori di adeguamento alle normative antincendio, terminati la scorsa primavera. Per poter ospitare il servizio, dovranno essere completati locali e ambulatori. «L’Asst Lariana – hanno spiegato i responsabili – investirà circa 30mila euro per posizionare i rilevatori antincendio in ogni locale, adattare l’impianto elettrico, realizzare un bagno per disabili e le imbiancature».
Attualmente, il settore vaccinazioni per bambini, adulti e viaggiatori dell’Asst Lariana è attivo su sette sedi al servizio di 105 comuni ed eroga 65mila vaccinazioni all’anno, per un totale di oltre 30mila accessi. L’attività è aumentata con l’introduzione delle vaccinazioni per il meningococco per i bambini nati nel 2017. La previsione, entro fine anno è di circa 16mila prestazioni in più rispetto al 2016.
Le vaccinazioni effettuate attualmente in via Cadorna-Croce Rossa, che confluiranno dunque su via Napoleona, sono circa 13mila in un anno. In attesa del trasloco, nel mese di settembre riprenderanno anche le vaccinazioni nella sede della Croce Rossa di Lipomo in via Oltrecolle.
Nei prossimi mesi, nell’area dell’ex ospedale di via Napoleona saranno effettuati interventi anche per ampliare e ammodernare il centro prelievi e gli sportelli della cassa e del Cup. I servizi saranno divisi nelle due palazzine che si affacciano sulla Napoleona e sarà trasferita anche l’attività di scelta e revoca del medico. Il progetto preliminare è pronto e sono già stati stanziati 696mila euro. Un altro trasloco riguarderà la neuropsichiatria infantile, che passerà nella sede definitiva nel monoblocco e il consultorio di via Castelnuovo.
Anna Campaniello

Articoli correlati