Vaccini, le rassicurazioni dei pediatri

altVenerdì sera i pareri dei medici in diretta televisiva
«La vaccinazione dei bambini a rischio è fondamentale e la campagna antinfluenzale deve andare avanti». Contro la psicosi da vaccino dilagata dopo la segnalazione di alcune morti sospette, i pediatri di Como prendono posizione, sostenendo l’appello già ripetuto da medici di base e farmacisti lariani a non creare inutili allarmismi. Il tema sarà affrontato venerdì sera nella trasmissione di Etv “Nessun Dorma”. Il caso vaccini è scoppiato giovedì scorso, in seguito alla segnalazione di alcuni

pazienti morti dopo aver effettuato la vaccinazione per prevenire l’influenza. In via precauzionale, due lotti di Fluad sono stati sospesi. I test effettuati nei giorni scorsi però hanno smentito la tossicità dei vaccini e a breve è attesa una nuova presa di posizione del ministero della Salute e di Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, che potrebbero sbloccare il farmaco. La campagna vaccinale non è mai stata interrotta.
La psicosi è comunque dilagata e i medici temono che la preoccupazione possa avere ripercussioni negative sulla campagna vaccinale. Nelle scorse ore, il presidente dell’ordine dei medici di Como Gianluigi Spata e il presidente dei farmacisti Giuseppe De Filippis hanno ribadito l’importanza di proseguire la vaccinazione preventiva.
Un appello al quale si uniscono i pediatri comaschi. «In età pediatrica il vaccino antinfluenzale viene consigliato solo ai bambini a rischio, con malattie croniche importanti – spiega il primario di pediatria dell’ospedale Valduce, Daniele Lietti – La percentuale dei piccoli vaccinati non è altissima e negli ultimi anni è diminuita».
«Nei soggetti più deboli la vaccinazione è importante e anche i genitori lo sanno, tanto che la campagna sta continuando – aggiunge – Tra l’altro, il vaccino che viene somministrato ai bambini è diverso da quello per gli anziani».
«Sull’età pediatrica siamo abbastanza selettivi perché il bambino non avrebbe bisogno di essere vaccinato – aggiunge Alfredo Caminiti, pediatra dell’azienda ospedaliera Sant’Anna – Nonostante il clima di preoccupazione generale, l’effetto psicosi è inferiore tra i familiari dei bambini. I genitori sanno quanto è importante vaccinare i figli dove ci siano patologie».
Di vaccino antinfluenzale si parlerà venerdì sera su Etv, durante la prima parte della trasmissione di approfondimento “Nessun Dorma”. In studio dalle 21, con il conduttore Andrea Bambace, ci saranno Fabrizio Ernesto Pregliasco, docente del dipartimento di Scienze biomediche per la salute dell’Università degli Studi di Milano, e Domenico Santoro, primario di malattie infettive del Sant’Anna. I telespettatori avranno la possibilità di telefonare in diretta per ottenere risposte e chiarimenti.

Anna Campaniello

Nella foto:
Psicosi da vaccino antinfluenzale, se ne parla venerdì sera dalle 21 nella prima parte della trasmissione “Nessun Dorma” su Etv

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.