Vaccini l’ex ministro a Como: «Sono preoccupata, nessun dato da giugno»

Beatrice Lorenzin

La ricerca di soluzioni che aiutino il cambiamento di un sistema sanitario nazionale in parte in sofferenza e sottofinanziato. È l’obiettivo della terza edizione della Winter School di Motore Sanità: ieri il secondo appuntamento della due giorni in programma all’hotel Metropole Suisse di piazza Cavour a Como.

Dall’autonomia differenziata, alla discussione delle materie oggetto di richiesta autonomista, fino alle prospettive future con lo scopo di salvaguardare e possibilmente implementare il sistema sanitario nazionale. Al convegno sulle nuove sfide del sistema sanitario anche l’ex ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha parlato ai microfoni di Espansione Tv anche di vaccini.

«Dal mese di giugno non abbiamo più dati ufficiali dal Ministero della Salute sui vaccini – ha spiegato Beatrice Lorenzin – Non sappiamo se si sono raggiunte o meno le soglie previste. Se i dati ci diranno che la soglia è stata raggiunta significa che l’obbligo vaccinale ha funzionato, altrimenti si dovranno fare valutazioni sulle regioni rimaste indietro, ad esempio, ma servono i numeri».
«Le sfide in tema sanitario sono molte – ha aggiunto – Non esistono ricette semplici, richiedono cooperazioni a più livelli tra i vari enti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.