«Vaccini, massima chiarezza e attenzione alla variante indiana». Il commento del presidente dei medici Spata

Vaccinazioni

La campagna vaccinale non deve subire scossoni e soprattutto non deve essere oggetto di dubbi e incertezze. Ne è convinto Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici di Como e della Federazione lombarda degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri. «Purtroppo quanto sta accadendo, è inevitabile, preoccupa le persone e crea spaesamento. Ci si ritrova a dover affrontare le legittime richieste dei cittadini allarmati. Noi stessi sanitari chiediamo che non ci siano messaggi contraddittori, ma chiarezza». Queste le prime considerazioni all’indomani delle nuove regole di somministrazione del vaccino anti Covid AstraZeneca.
«Rimane decisivo comunque – sottolinea sempre il presidente Spata – seguire quanto stabilito dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema) e dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Dobbiamo essere sicuri perché ciò può inevitabilmente portare molte persone a rifiutare la seconda dose se rientra nella casistica di AstraZeneca. E questo non possiamo permettercelo, soprattutto ora che la campagna procede spedita». E inevitabilmente l’attenzione si sposta anche all’estero e alle notizie poco confortanti sulle varianti in circolazione, specialmente per le recenti notizie sulla variante Delta (indiana) che sta creando molta preoccupazione, ad esempio, in Gran Bretagna.
«È importante prestare la massima attenzione a queste varianti – spiega il presidente – in particolare a a quella indiana, molto contagiosa: nell’ultima settimana nel Regno Unito sono stati registrati più di 30mila nuovi casi di questa forma». La conclusione è sull’imminente zona bianca. «Una raccomandazione: la zona bianca non deve tradursi in un pericolosissimo “liberi tutti”. Manteniamo le misure di sicurezza, è decisivo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.