Vaccino Pfizer a Hong Kong, seconda dose per il pianista Vairo e la moglie

Sammi e Paolo Vairo

Paolo Vairo, pianista comasco che vive e lavora a Hong Kong con la moglie Sammi, ha raccontato su Facebook la somministrazione della seconda dose di vaccino anticovid.

“Come avrete visto 3 settimane fa, ho già fatto un post raccontando la grande esperienza che abbiamo avuto io e Sammi durante il nostro primo jab. Tranne un po ‘ di dolore alla spalla nella zona in cui è stato somministrato il vaccino, nessun altro effetto collaterale ci ha colpito nei giorni successivi – scrive Vairo su Facebook – Pochi giorni dopo il nostro primo jab, il governo ha fermato la somministrazione di vaccini Pfizer-Biontech perché 58 flaconcini su oltre 500,000 quadranti di ′′ lotto 210102 ′′ hanno mostrato qualche problemino con confezione difettosa e sigillatura, quindi un’indagine è stato lanciato e il programma è stato fermato per circa 10 giorni. Al termine dell’indagine, i funzionari hanno assicurato che le dosi in questione, parte del ′lotto 210102″, non presentavano alcun rischio sanitario e il programma è ripartito lunedì scorso 5 aprile”.

“Stamattina – racconta Vairo – un’altra squadra molto efficiente e amichevole ci ha accolto al nostro arrivo pochi minuti prima delle 10.30 e dopo aver controllato temperatura e documenti, siamo stati accompagnati dritti allo stand dove ci è stata somministrata la seconda dose esattamente alle 10:30 ! – Ehi! Eravamo in zona d’attesa socialmente distanziata esattamente alle 10.32 e ci è stato permesso di partire 15 minuti dopo, esattamente alle 10.47 del mattino, ma non prima di essere stati dotati di un altro pacchetto di maschere ciascuno. Ho sentito dire che il secondo jab spesso dà più effetti collaterali del primo, ma fino ad ora, come la prima volta, solo un po ‘ di dolore iniziale sulla mia spalla era l’unico fastidio causato dall’iniezione. Vediamo stasera e domani, ma nel complesso sono molto felice dell’esperienza con quante persone della mia età in tutto il mondo, non sono ancora state in grado di vaccinarsi”.

Infine un appello. “Ricordate che le vaccinazioni sono sempre più disponibili di giorno in giorno, e il virus non si è fermato. Non pensare che tutto torni alla normalità, solo un rapido sguardo ai grafici mostra che i numeri di nuovi casi nel mondo sono in rialzo e la pandemia è lungi dall’essere finita. Si prega di adottare le misure di sicurezza che vengono suggerite dai professionisti, indossare la mascherina usare il disinfettante e essere responsabili. Ognuno può contribuire a fare la differenza; siamo tutti esausti, fisicamente e mentalmente trascorsi da questa ′′ vita in attesa “. Portiamo pazienza ancora per un po’! Ricordatevi che i vaccini hanno cambiato la scena della malattia nel secolo passato; pensate alla polio, al tetano, all’epatite, al morbillo, alla pertosse e alla varicella solo per citarne alcuni. Sii responsabile, vaccinati, proteggi te stesso e gli altri! Finalmente iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel, ma non possiamo ancora festeggiare!
Per favore, resisti ancora un po’! Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui potrò tornare a viaggiare per il mondo, sorridere alle persone a caso per strada, stringere la mano alla fine dei miei saggi e vedere i concerti e le sale conferenze”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.