Vadacca, cimento scultoreo con il duca di Bellagio

Abele Vadacca al lavoro su lbusto del duce Tommaso Fulco Gallarati Scotti

Sarà inaugurato il 6 aprile sul lungolago del parco di Villa Melzi, in posizione strategica, il ritratto in marmo bianco apuano che lo scultore e pittore Abele Vadacca ha dedicato al duca Tommaso Fulco Gallarati Scotti. Un’opera che ha ricevuto tra l’altro il plauso del cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. Vadacca sempre da aprile sposterà il suo atelier all’ingresso della stessa Villa Melzi nel bel borgo bellagino di Loppia, in via Melzi d’Eril. L’inaugurazione del 6 aprile alle ore 10.30 sarà a inviti, apertura al pubblico a partire dal primo pomeriggio in concomitanza con “La giornata delle Camelie”. L’opera rimarrà nei giardini a far parte della collezione permanente della Famiglia Gallarati Scotti.
Nel corso del 2018 nei Giardini di Villa Melzi a Bellagio, sotto la storica serra (“orangerie”) progettata dall’architetto Luigi Canonica ed oggi adibita a Museo con sculture e cimeli della storia di famiglia , l’artista Abele Vadacca si è a lungo cimentato, anche con visite aperte al pubblico, a realizzare il ritratto del Duca Tommaso Fulco Gallarati Scotti, insigne intellettuale e diplomatico e che fu molto legato a questi luoghi. A lui è stata infatti dedicata la Biblioteca Civica di Bellagio.
Un ritratto che l’artista ha voluto dedicate alla figura pubblica del duca ma anche alla sua psicologia, basandosi sul racconto della famiglia , delle persone che lo hanno conosciuto. Tutta la fase creativa si è svolta nella villa , questo ha permesso all’artista di “vivere” nell’ambiente tanto amato dal duca. L’opera verrà installata in un punto strategico del parco, fronte lago. Villa Melzi aprirà la sua stagione dal 25 marzo al 31 ottobre tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30. Info su www.abelevadacca.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.