Valdi Spagnulo, ultime ore per ammirare le sue sculture

alt(l.m.) Forme ardite quanto semplici, eteree, essenziali, all’insegna di una purezza che invoca attenzione e silenzio (nella foto, un particolare dell’allestimento). Frammenti lineari di metallo e plexiglas che assumono forme sinuose e spesso sensuali, e che percepiamo vagamente familiari, quasi ipnotiche. Le operazioni più convincenti sono le sculture che il visitatore può abitare (con qualche accortezza naturalmente). Tutte nel segno della leggerezza, del gioco tra vuoti e pieni. Ancora poche

ore e poi la città del Razionalismo saluterà le architetture in forma di scultura e le installazioni del milanese Valdi Spagnulo, che disegnano lo spazio del salone del Broletto con la cura sapiente di Claudio Cerritelli. Maestro di assemblaggi poetici, Valdi dedica la mostra al padre, recentemente scomparso, e riassume in un implicito autoritratto sette anni d’intensa creatività. La personale dal titolo Sguardi sospesi è fino a domani al Broletto di piazza Duomo. Orario 11-19.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.