Valentina Basilico, la promessa del ciclismo femminile

Valentina Basilico (

«Il mio sogno? Poter correre un giorno nella categoria Elite e partecipare alle “classiche” e al Giro d’Italia». Valentina Basilico, 17 anni di Cabiate, è uno dei personaggi emergenti del ciclismo comasco. Lo scorso anno, in una emozionante e tiratissima volata, ha conquistato il titolo italiano della categoria Allieve (nella foto federciclismo.it).
Quest’anno il passaggio nella categoria Juniores con il Racconigi Cycling Team. Una stagione in cui però non è riuscita a correre, con le gare bloccate a causa dell’emergenza Coronavirus.
A parziale consolazione, le chiamate del commissario tecnico azzurro Edoardo Salvoldi per gli allenamenti al velodromo di Montichiari. Il prossimo sarà domani.
«Sono sicuramente buone opportunità – spiega l’atleta comasca – in un anno in cui a livello di corse siamo ancora ferme. Io per prima ero curiosa di mettermi alla prova tra le Juniores». E l’attesa per lei era molta, visto che è arrivata alla categoria superiore con la maglia tricolore. Invece l’emergenza Coronavirus per ora ha bloccato tutto e la 17enne studentessa del Liceo Sportivo Sant’Elia di Cantù non ha potuto confrontarsi con le colleghe.
«La mia casa ha un giardino e almeno mi sono potuta allenare all’aperto – afferma – Sicuramente ho sofferto meno rispetto ad altri ciclisti che sono stati costretti ad allenarsi in spazi più limitati. Per fortuna, poi, sono ripresi gli allenamenti. Direi che a livello di forza non ho avuto particolari problemi, mentre un po’ di fatica si sente rispetto alla distanza, quindi alla lunghezza di ogni uscita. Un po’ alla volta lavorerò per recuperare sotto questo aspetto».
La speranza, ovviamente, è di poter tornare al più presto in gara. «Non rimane che attendere i calendari – dice Valentina – Speriamo ci possano essere al più presto novità positive». La curiosità è di vedere in azione la comasca anche per le sue caratteristiche: non è molto alta e quindi se la cava bene nelle salite. Ma allo stesso tempo ha un importante spunto velocistico, cosa che le ha consentito di conquistare allo sprint il Tricolore Allieve dello scorso anno. «Se devo essere sincera, mi vedo più come una ciclista per le gare di un giorno – conclude – anche se il sogno di tutte, compreso il mio, è di partecipare alle più importanti gare a tappe, a partire dal Giro Rosa Iccrea».
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.