Valigie con resti: resta in carcere 36enne arrestata

Riesame respinge ricorso legali

(ANSA) – FIRENZE, 11 GEN – Resta in carcere Elona Kalesha, la 36enne, di origine albanese, detenuta da dicembre a Sollicciano per il duplice omicidio dei coniugi Shpetim e Tauta Pasho, i genitori dell’ex fidanzato Taulant Pasho scomparsi a Firenze nel 2015 e i cui resti sono stati ritrovati lo scorso dicembre in quattro valigie abbandonate in una striscia di campo fra il carcere di Sollicciano e la superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Il tribunale del riesame, a seguito dell’udienza tenutasi l’8 gennaio scorso, ha rigettato il ricorso presentato dai legali della donna, avvocati Federico Febbo e Antonio D’Orzi. Oltre al reato di omicidio alla 36enne sono contestati quelli di occultamento e vilipendio di cadavere. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.