Valle d’Intelvi, tesoro da tutelare

Patrimoni lariani

L’associazione culturale intelvese Appacuvi celebra il 40° anniversario dalla sua fondazione. Il primo evento sarà un convegno che si terrà a Lanzo d’Intelvi, nella sala del consiglio comunale oggi alle 20.30 e dove si potrà ascoltare, tra gli altri, uno dei soci fondatori, il professor Bruno Gandola, ed il figlio del primo presidente Giorgio Ausenda, Carlo. Sarà anche a disposizione un volume, edito per l’occasione, che ben documenta tutta la storia dell’associazione

e le sue realizzazioni, né mancherà un’apertura su quello che potrà esserne il futuro. Parleranno anche il presidente del sodalizio Ernesto Palmieri, il past president Livio Trivella e il consigliere Andrea Priori.
La Valle d’Intelvi viene valorizzata anche da un’altra iniziativa. Continuano, infatti, gli appuntamenti estivi alla scoperta della Frontiera Nord, nell’ambito del progetto Interreg “ForTi – Linea Cadorna”, con la traversata del Sasso Gordona in Val d’Intelvi prevista per domani. L’escursione sarà guidata da un accompagnatore di media montagna del collegio lombardo delle guide alpine e da un esperto della Prima Guerra Mondiale, che illustreranno il paesaggio e le opere militari della zona risalenti a un secolo fa. La camminata parte dai 970 metri dell’Alpe di Cerano per arrivare ai 1.410 metri della cima rocciosa del Sasso Gordona, punto panoramico di prim’ordine sulla Val d’Intelvi, sul lago e sui monti circostanti. Sulla vetta si trova una delle postazioni più suggestive di tutta la Frontiera Nord, con opere che sfruttano al meglio le caratteristiche formazioni rocciose della montagna, oltre a numerosissime altre vestigia militari disseminate nella zona. La durata dell’escursione è di circa 4 ore e mezzo. Durante il cammino sono previste numerose soste per illustrare le opere militari. La difficoltà è media, con qualche breve tratto attrezzato sul Sasso Gordona. Indispensabili la pila frontale e gli scarponi da montagna. Ritrovo alle 9 in piazza Carminati, a San Fedele d’Intelvi, e alle ore 9.30 all’Alpe di Cerano. Informazioni allo 02.67.40.43.01.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.